14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Salsa Moretum, come preparare l'antica ricetta romana

  • Salsa Moretum, come preparare l'antica ricetta romana
Spesso i gusti degli antichi erano diversi dai nostri? a volte no? allora, cerchiamo di trovare un equilibrio tra la ricostruzione originale, le nostre abitudini alimentari e il piacere del cibo. Tra le ricette dall'antichit?

Spesso i gusti degli antichi erano diversi dai nostri… a volte no… allora, cerchiamo di trovare un equilibrio tra la ricostruzione originale, le nostre abitudini alimentari e il piacere del cibo. Tra le ricette dall'antichità romana, medioevale, rinascimentale… tutte prese dalle fonti, interpretate e provate per voi, abbiamo provato, grazie ad Ancient Aperitif, la salsa Moretum, ovvero una particolare salsa all'aglio che risalire al I sec.
d.C.
o prima (una sorta di antenato del nostro pesto), celebrata persino da Virgilio in un poema! Come mangiarla? La si spalma sul pane e se amate l'aglio è una vera bontà! Ingredienti e preparazione 3 teste d'aglio 200 g di pecorino romano grattugiato 100 g di ricotta di pecora 3 gambi di sedano mondati e tagliati a tocchetti qualche foglia di prezzemolo per rendere l'impasto verde da 2 o 3 cucchiai d'olio 1 cucchiaio di aceto scarso Un consiglio: sostituire parte del pecorino con 100 grammi di feta. Come opzione: finocchiella, santoreggia, porro. Mettete in un fullatore 100 g di ricotta, 200 g di pecorino grattugiato (oppure 100 g di pecorino + 100 g di feta), 3 teste d'aglio e il sedano a tocchetti.
Iniziate a frullare e aggiungete olio e aceto per amalgamare.
In seguito aggiungete 8-9 foglie di prezzemolo già sminuzzate (l'importante è raggiungere un colore verde chiaro).
Aggiungete un po’ di santoreggia.
Continuate a frullare. Importante Il composto deve essere cremoso, ma ben compatto.
Virgilio asseriva che si poteva quasi modellare in mano, quindi deve essere denso e ben sodo, in modo da spalmarlo con facilità. Dopo aver realizzato la salsa Moretum, servitela su delle fette di pane rustico, come ad esempio il pane di Altamura.

Articoli Correlati