19 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: Presentazione del nuovo romanzo di Giuseppe Festa

  • EVENTI: Presentazione del nuovo romanzo di Giuseppe Festa
DOPO IL PASSAGGIO DELL?ORSO, UN NUOVO ROMANZO DI GIUSEPPE FESTA, AUTORE RIVELAZIONE PER RAGAZZI DEL 2013. UNA STORIA TUTTA ITALIANA, AMBIENTATA NEI BOSCHI APPENNINICI, ?RICCA DI EMOZIONI, HUMOUR E SPUNTI DI

DOPO IL PASSAGGIO DELL’ORSO, UN NUOVO ROMANZO DI GIUSEPPE FESTA, AUTORE RIVELAZIONE PER RAGAZZI DEL 2013.
UNA STORIA TUTTA ITALIANA, AMBIENTATA NEI BOSCHI APPENNINICI, RICCA DI EMOZIONI, HUMOUR E SPUNTI DI RIFLESSIONE. GIUSEPPE FESTA L’OMBRA DEL GATTOPARDO Salani La notte era immobile e silenziosa e Sandro si sentì un puntino nell’infinito.
Poi, d’improvviso, un ululato.
Seguito da molti altri.
Sandro si mosse, inquieto.
Aku sembrava addormentato.
«È un branco che saluta l’aurora» sussurrò, senza neanche aprire gli occhi.
Sandro levò lo sguardo al cielo.
Ed eccola, la famosa aurora boreale.
I nastri di una ginnasta invisibile roteavano rarefatti sotto le stelle.
Sandro sentì quelle carezze luminose sulla pelle.
Era lì, era vivo.
Pensò ai lupi, alla lince, al gattopardo.
Pensò a Lucia.
Poi, così come era arrivata, l’aurora boreale se ne andò, trascinandosi dietro la sua stola di luce.
Il canto dei lupi si assopì.
E Sandro fece rotolare via i pensieri, come le coperte in fondo al letto quando fa troppo caldo. Una creatura misteriosa si aggira nel cuore degli Appennini.
Antichi racconti narrano di un felino che da sempre abita le foreste più impenetrabili, un animale leggendario chiamato ‘gattopardo’.
Nel Parco Nazionale d’Abruzzo le tracce si moltiplicano: animali uccisi, orme, un mantello maculato tra le ombre del bosco.
Il guardaparco Sandro Di Ianni riceve l’incarico di indagare e inizia così un’avventura che lo porta a esplorare oscure zone d’ombra, fuori e dentro di sé.
Cinque ragazzi giovani e inesperti, volontari al Parco, vengono coinvolti nell’intricato caso, che renderà la loro esperienza ancora più indimenticabile.
Con il suo stile inconfondibile, Giuseppe Festa ci conduce in un viaggio emozionante, dalle maestose foreste d’Abruzzo alla sconfinata taiga finlandese, alla scoperta di una natura da vivere e rispettare.
Una natura della quale il gattopardo è mistero e leggenda, beni preziosi in un’epoca in cui tutto finisce sotto i riflettori, mortificando l’immaginazione e il fascino per l’ignoto. «Un inchino alla Natura, alla sua Bellezza, alla sua Fragilità… Un atto d’amore guidato da un profondo rispetto che dovrebbe guidare la nostra vita, prima di tutto». Licia Colò Giuseppe Festa è laureato in Scienze Naturali e si occupa di educazione ambientale.
Appassionato musicista, è cantante e autore del gruppo Lingalad.
La sua musica, carica di suggestioni evocate dal mondo naturale, ha incontrato un vasto consenso di critica e di pubblico.
Protagonista del film documentario Oltre la Frontiera, è autore di diversi reportage sulla natura trasmessi dalla Rai.
Ha prestato più volte servizio di volontariato al Parco Nazionale d’Abruzzo, vivendo a stretto contatto con guardaparco, lupi e orsi.
E dove, un giorno, ha intravisto l’ombra del gattopardo.
Per Salani ha pubblicato Il passaggio dell’orso (2013).
Il sito dell’autore è www.giuseppefesta.com

Articoli Correlati