19 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: diritti dei nonni a frequentare i minori

  • CARO AVVOCATO: diritti dei nonni a frequentare i minori
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Dalle separazioni di coppie sposate o di fatto che hanno generato prole, nasce il problema dell'affidamento dei minori e del diritto per gli ascendenti e per i parenti pi? stretti di

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Dalle separazioni di coppie sposate o di fatto che hanno generato prole, nasce il problema dell'affidamento dei minori e del diritto per gli ascendenti e per i parenti più stretti di poter continuare a godere della compagnia dei medesimi. A tal riguardo, l’articolo 155 del codice civile è stato riformulato inserendo il principio secondo il quale “anche in caso di separazione dei genitori il figlio minore ha il diritto [omissis] di conservare rapporti significativi con gli ascendenti e con i parenti di ciascun ramo genitoriale.” La norma, dunque, è nata per regolare i rapporti tra nonni (ma anche zii e cugini) in caso di separazione dei genitori. In questo ambito, fa parte dei doveri del genitore collocatario o affidatario consentire, o comunque non ostacolare, un rapporto tra i bambini e la famiglia dell’altro genitore. In caso di violazione di questo dovere i nonni ed i prossimi congiunti possono tutelare i loro diritti ricorrendo , ex art.
330 e 336 c.c., al Tribunale dei Minorenni per poter ottenere una pronuncia che vincoli il genitore a rispettare il loro di diritto di visita. Il Giudice molto probabilmente, se del caso, provvederà all'audizione dei minori poichè nell'ambito dei procedimenti civili dinnanzi al Tribunale dei Minorenni viene privilegiato l'aspetto umano e viene tutelata l'integrità psico-fisica dei minori i quali possono sempre essere interpellati per sentire le loro esigenze.  

Articoli Correlati