Home Matrimonio Matrimonio: sposarsi in seconde nozze, quello che devi sapere

Matrimonio: sposarsi in seconde nozze, quello che devi sapere

CONDIVIDI

Matrimonio: sposarsi in seconde nozze, tutto quello che devi sapere prima di convolare a nozze per la seconda volta. Burocrazia e organizzazione da galateo

matrimonio civile Matrimonio: seconde nozze(Istock Photos)

Quando pensiamo al matrimonio pensiamo al “per sempre”, al “finché morte non ci separi”, ma purtroppo oggigiorno non sempre è così. Spesso i matrimoni finiscono, a volte per futili motivi, altri per la perdita di uno dei due coniugi. Insomma i motivi sono molti e oggi, rispetto al passato, sempre più coppie scoppiano e sempre più persone ritornate single, decidono di risposarsi in seconde nozze. Persone fortunate poiché nella loro vita hanno trovato l’amore vero almeno due volte! Se anche tu sei tra queste e, dopo un divorzio o una separazione dal tuo precedente coniuge, hai ritrovato la felicità al fianco di un’altra persona perché non riprovarci e convolare a nozze, di nuovo? L’amore va celebrato sempre e comunque e, aldilà di quello che in prime nozze ti è capitato, ora sei qui a organizzare una nuova vita insieme al tuo futuro sposo. Ma cosa cambia dalla prima volta in cui hai detto il fatidico Sì? La burocrazia, per poterti risposare è, ovviamente, diversa, i documenti che serviranno saranno, questa volta diversi, nuovi e aggiuntivi. Ma non solo, dietro una cerimonia in seconde nozze, si cela tutto un mondo di regole “impostate” dal galateo e dal bon ton. Per fortuna, rispetto al passato, ora l’organizzazione delle seconde nozze è molto simile alle prime per ciò che riguarda la scelta dell’abito da sposa, della location e degli invitati. Poco cambia, anche in questo caso, via libera alla fantasia e ai desideri degli sposi che possono decidere come meglio credono senza badare troppo all’etichetta. Dico “troppo” poiché comunque, alcune regolette bisogna sempre tenerle in considerazione per non scadere nella volgarità, specie per l’outfit della futura sposa. Per sapere tutti i consigli e organizzare al meglio ricevimento, location ecc. continua la lettura

Potrebbe interessarti anche: Matrimonio civile: come si svolge? tutto quello che devi sapere

Matrimonio: seconde nozze, i documenti che vi serviranno

Seconde nozze burocrazia e documenti (Istock Photos)

Fino a pochi anni fa, il bon ton prevedeva le seconde nozze venissero celebrate in maniera semplice, quasi non ci fosse una ragione per festeggiare. Per fortuna oggi non è più così: secondo il galateo dei nostri giorni anche chi non è al primo sì ha diritto ad un festa speciale. La prima regola è che in realtà non ci sono più regole. Nessuno vi vieta di indossare l’abito bianco, se lo desiderate, ma è comunque possibile seguire alcuni piccoli accorgimenti.

Per ciò che riguarda la burocrazia e i documenti, quest’ultimi sono quelli per cui dovreste preoccuparvi ancor prima di pensare all’organizzazione delle nozze vere e proprie. Si sa, la burocrazia è noiosa e interminabile ma, pur sempre indispensabile per poter “accedere” al vostro desiderio d’amore. Quindi prendere carta e penna e segnatevi questi punti salienti

  • Per i divorziati: per i divorziati che decidono di sposarsi di nuovo, l’unica possibilità è il rito civile. Dopo aver atteso la sentenza definitiva di divorzio, oltre a raccogliere i documenti richiesti per chi si sposa in comune, dovrete aggiungere questi: copia integrale dell’atto di matrimonio precedente corredata di annotazione della sentenza di scioglimento di matrimonio e sentenza di divorzio. Il primo si può richiedere nel comune dove si è celebrato il matrimonio, la seconda alla cancelleria del Tribunale che ha emesso la sentenza. Molto probabilmente durante la cerimonia l’Ufficiale di Stato mentre leggerà gli atti potrebbe fare cenno ai matrimoni precedenti, se la cosa vi imbarazza o non vi fa piacere potreste sempre chiedergli di evitare di farlo, e speriamo possa accontentarvi. Mentre, se avete richiesto ed ottenuto l’annullamento delle nozze precedenti dalla Sacra Rota, il tribunale ecclesiastico, allora potrete risposarvi in chiesa. Stavolta, oltre ai documenti richiesti per il rito religioso, dovrete presentare una copia della sentenza della Sacra Rota, che comunicherà alla parrocchia in cui è avvenuto il battesimo l’avvenuto scioglimento. Se invece volete risposarvi in comune servirà una copia integrale dell’atto di matrimonio precedente, completa di annotazione a margine della sentenza della Sacra Rota.
  • Per chi è vedovo l’unico documento richiesto per le seconde nozze, sia civili che religiose, è la copia integrale dell’atto di morte del coniuge precedente, che può essere richiesto al Registro civile del Comune di residenza.

Potrebbe interessarti anche: Matrimonio: come organizzare le nozze se sei in dolce attesa

Seconde nozze: le tempistiche burocratiche e i costi

matrimonio, seconde nozze: le tempistiche burocratiche (Istock)

Quanto tempo si deve aspettare prima di convolare nuovamente a nozze?  Per gli uomini non esiste un limite, mentre per le donne il codice civile vieta nuove nozze prima di 300 giorni dal precedente divorzio, annullamento o dal decesso del coniuge; questo per escludere ogni possibile gravidanza dalla precedente unione. La sanzione per chi non rispetta la normativa tuttavia è una semplice multa che va da 20 a 82 euro. 

L’iter burocratico che dà avvio alla celebrazione del matrimonio secondo il rito civile, è stato definito dall’Ordinamento dello Stato Civile e, grazie all’introduzione delle autocertificazioni, si è decisamente snellito dal momento in cui sarà il Comune a prendersi in carico la documentazione necessaria per portare a compimento la burocrazia. Innanzitutto vi consigliamo di recarvi all’Ufficio di Stato Civile almeno 2 mesi prima dalla data scelta per le nozze, in modo da svolgere tutto con calma e dovizia anche qualora dovessero insorgere problemi. Le pubblicazioni dovranno restare esposte per 8 giorni, trascorsi i quali si attendono ancora 3 giorni per eventuali opposizioni; una volta rilasciato il nullaosta, il matrimonio dovrà essere necessariamente svolto entro il termine di 180 giorni pena, la perdita di validità. Indicativamente e, in totale, occorrono circa 25 giorni, un tempo decisamente più breve anche rispetto alla consegna del vostro abito da cerimonia.

Per quanto riguarda, invece, i costi burocratici, questi non sono così onerosi. InfattiI costi per gli oneri burocratici sono quelli relativi alle marche da bollo da applicare necessariamente ai vari documenti:

  • 1 o 2 marche da bollo la 14,62 euro a seconda se risiedete entrambi nel medesimo comune o in comuni differenti;
  • 1 marca da bollo di pari importo qualora venga fatta richiesta in un comune differente da quello di vostra residenza;
  • 0,26 euro per il rilascio eventuale del Libretto Internazionale di Famiglia.

Come comunicare l’annuncio delle seconde nozze e chi invitare

matrimonio seconde nozze le partecipazioni (Istock)

Quando ci si sposa in seconde nozze è fondamentale usare grande cautela per diffondere la notizia, soprattutto se avete già figli dalle precedenti unioni. Devono essere loro i primi a saperlo, seguiti da genitori, familiari e infine amici. A seconda del tipo di relazione che avete con il vostro ex coniuge, potreste decidere di avvisarlo/la direttamente prima che lo scopra da fonti estranei alla famiglia. Se la coppia ha già dei figli, come accade spesso per le seconde nozze, è consigliabile coinvolgere i bambini/ragazzi e farli partecipare attivamente al vostro grande giorno. Che si tratti di fare da paggetti, di lanciare fiori o di leggere una lettura durante il rito, fateli sentire importanti e amati. Non è solo un matrimonio a due, ma la celebrazione di una nuova famiglia appena nata. Per le seconde nozze niente partecipazioni o inviti stampati ma sono permessi inviti “telefonici”, fatti di persona o, per i più tecnologici, via mail. Il secondo matrimonio dovrebbe essere una cerimonia più intima e di conseguenza la lista degli invitati dovrebbe includere esclusivamente i parenti e gli amici più cari.

Secondo le vecchie regole del galateo matrimoniale, invitare i propri ex e le rispettive famiglie sarebbe un errore. Oggi, però, è tutto molto più libero: se siete rimasti amici, nonostante la rottura, nessuno vi vieta di mandare l’invito, estendendolo anche ai nuovi compagni o a familiare stretti con cui siete rimasti in contatto, come ad esempio ex suoceri. L’importante è che il nuovo coniuge sia d’accordo, per evitare momenti di tensione durante la festa.

Potrebbe interessarti anche: Matrimonio: come si dividono le spese tra gli sposi?

Seconde nozze: la cerimonia e il ricevimento perfetto è intimo

Matrimonio, seconde nozze, (Istock Photos)

Si ad una cerimonia con promesse reciproche, sì alle fedi e ai fiori in Municipio. Dopo la cerimonia il festeggiamento può avvenire nelle location che più amate. Seguite i vostri gusti. Considerata l’intimità dell’evento oltre al classico ristorante, potete organizzare un ricevimento anche nella vostra casa, limitandolo agli amici più stretti: un ambiente più raccolto creerà anche un’ atmosfera più calda. In alcuni casi è possibile organizzare anche un aperitivo con finger food, piuttosto che un vero e proprio pranzo o una cena. Altrimenti potete optare per affittare un casale in campagna e organizzare un originale secondo matrimonio a km zero con prodotti tipici del territorio nel menù. Contattate uno chef per un vero show cooking con piatti freschi cucinati a vista. E non dimenticate se la torta nuziale avanza di predisporre delle scatoline prêt-à-manger e farla portare a casa agli ospiti.

L’abito da sposa perfetto per le seconde nozze

Non esiste un vero e proprio outfit da seguire, così come per le prime nozze avrete ampia scelta per definire il vostro look da sposa. Sicuramente se siete prossime a risposarvi avrete molta più esperienza nella scelta di abiti e accessori, e potrete puntare a occhi chiusi su un abito da sposa a sirena che valorizzi di più il vostro corpo piuttosto che un modello più ampio come l’abito da sposa stile impero ad esempio. Potreste addirittura azzardare qualche tonalità più vivace e diversa dal tradizionale bianco come un abito da sposa colorato in rosa, celeste o rosso! Se invece tenete a seguire il bon ton e il galateo, allora è preferibile che la sposa abbandoni il tradizionale vestito bianco perché legato al candore della prima unione, ed è assolutamente da evitare il velo che potrà essere sostituito da un originale cappello con veletta. L’abito deve essere semplice e moderno mentre quello dello sposo sarà  scuro, ma elegante. Per lei addio modelli voluminosi, optate per un tailleur o anche un abito lungo color avorio, panna o in tinte color pastello. Via libera anche al corto con un tubino accompagnato da una bella giacca. L’eleganza e la discrezione saranno il motivo del vostro matrimonio anche se questo non significa rinunciare ai propri sogni, anche in tema di modelli particolari. Quindi potete stupire e stupirvi!

Potrebbe interessarti anche: Abito da sposa perfetto? Sceglilo in base alla forma del tuo corpo

Anche per capelli e make up non ci sono regole da rispettare per le seconde nozze, l’importante è scegliere qualcosa di appropriato alle circostanze e che si rifletta in pieno nel resto del look. Esempio: se il vostro sarà uno stile semplice anche un’acconciatura sposa per capelli sciolti potrebbe essere la soluzione giusta accompagnata da un trucco sposa naturale.

Seconde nozze: il bouquet per la sposa

Matrimonio, seconde nozze, il bouquet (Istock)

Oltre ad abito e make up anche altri dettagli dovranno essere al loro posto come i fiori del vostro bouquet da sposa! Avete già pensato quali varietà abbinare al vostro abito? Rose, margherite, fiori selvatici, aromi, anche il vostro bouquet di fiori dovrà essere in pieno stile con il resto dei dettagli, l’ultimo tocco che vi farà diventare una sposa unica e irripetibile. Al bouquet non si può proprio rinunciare, tutte le spose devono stringere il tradizionale mazzo di fiori tra le mani. Optate per una composizione piccola, non tutta bianca ma colorata. La scelta del bouquet di fiori dipende da tantissimi fattori: la stagione, il colore dell’abito e dai vostri gusti. Le combinazioni di colori, elementi naturali e decorativi sono quasi infinite. Scegliete i fiori che rispecchino la vostra personalità per sentirvi totalmente a vostro agio. L’impugnatura, potete decorarla con un pezzo di stoffa dello stesso tessuto dell’abito o del colore delle scarpe. Dalle scarpe eleganti all’acconciatura, è importante che ogni elemento del look si abbini al vostro abito. Se avete scelto un abito a tubino, un bouquet di rose o tulipani rossi sarà perfetto; se il vostro stile è boho-chic, potreste scegliere un bouquet di fiori silvestri.

Potrebbe interessarti anche: Bomboniere per matrimonio: idee originali, consigli e suggerimenti

Le Bomboniere nelle seconde nozze

bomboniere economiche Matrimonio, seconde nozze, le bomboniere e i confetti (Istock Photos)

Non sarà un obbligo offrire le bomboniere, i sacchettini o le scatoline contenente i confetti ma se avete questo desiderio potrete scegliere tranquillamente quella che più vi piace. Potete optare per utili “fai da te” e regalare oggetti che gli invitati possano riutilizzare, a partire da quelli per la cucina come mug, la coppia di tazzine da caffè o cavatappi curiosi. Oppure scegliete bomboniere green come le piantine aromatiche in vaso o altrimenti quelle solidali o enogastronomiche come i vasetti di miele, marmellate, bottiglie di vino o di olio extravergine d’oliva, tutte rigorosamente con etichetta personalizzata dagli sposi. Le bomboniere sono un must per ogni matrimonio che si rispetti, che sia esso il primo o il quarto, non fa differenza. Qui il galateo non esprime un giudizio chiaro, spetta agli sposi decidere cosa sia meglio fare, in base ai propri gusti e esigenze economiche.

Se vuoi essere informato su tutte le novità sulla coppia, l’organizzazione delle nozze e il  Matrimonio in generale  CLICCA QUI

Seconde nozze, seconda opportunità di essere felice: i motivi per dire di Sì

I motivi per dire sì, matrimonio, seconde nozze (Istock Photos)

  1. Hai superato con coraggio un matrimonio finito, la separazione e il divorzio. Roba seria! Pensa che tanta gente per non affrontare questo calvario sceglie di restare intrappolata in un rapporto che ormai non funziona più. Tu invece hai avuto coraggio e hai saputo fare la scelta più difficile, ma l’unica possibile per restituirti la felicità. Brava, questo è il primo motivo valido per diredi Sì un’altra volta
  2. Hai voglia di amare ancora. Hai conosciuto un’altra persona che ti ha fatto battere il cuore. È una bella fortuna, e tu lo sai. Ci sono persone che non incontrano mai l’amore, tu invece l’hai incontrato due volte. Ok, forse la prima volta non è andata come previsto, ma nessuno è perfetto. Questa è la volta giusta. Questa è la persona giusta. E alla persona giusta si può solo che dire Sì
  3. Hai deciso di impegnarti per sempre. Questa è la più grande dimostrazione di fiducia nella vita, coraggio e amore. Non conta quanto hai sofferto, ma quanto sarai felice d’ora in avanti! Tanti si accontenterebbero di convivere, preferirebbero fuggire dagli impegni. Ma non tu, tu hai la determinazione e la gioia di vivere necessarie per dire nuovamente sì all’amore.
  4. Sai quello che vuoi. Sono passati anni, sei cresciuta e maturata e hai capito cosa conta veramente per te. Probabilmente non sei più disposta a trasformare il tuo matrimonio in una recita e nell’ostentazione di uno stile affettato che non ti rispecchia. Puoi finalmente brillare e mettere in luce la tua personalità, la tua naturale eleganza e il tuo impeccabile gusto. E sono sicura che sono state proprio queste qualità a far innamorare il tuo nuovo futuro maritino. Un Sì alla vita e all’esperienza dell’amore!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI