Home Pelle

Pelle olivastra: problemi, trucco e colori capelli per valorizzarla

CONDIVIDI
pelle olivastra
Photo credit should read ANNE-CHRISTINE POUJOULAT/AFP/Getty Images

Pelle olivastra, un colorito particolare che insieme impareremo oggi a valorizzare al meglio affrontando i piccoli problemi che comprota e giocando con i giusti colori per trucco e capelli.

Tutti pensano che sei fortunata: ti abbronzi in fretta, punti neri e brufoli si vedono a malapena e eventuali discromie non sono certo lampanti come sui volti più diafani. Insomma, avere una pelle olivastra sembra solo questione di vantaggi. Già, sembra.

Mai come in questo caso si può infatti sostenere che “l’apparenza inganna”, anzi, è proprio solo apparenza. Te che con la tua pelle olivastra devi fare i conti giorno dopo giorno sai bene quanti scogli si presentino nella tua beauty routine: trovare un fondotinta sembra impossibile, le ciprie sono sempre troppo bianche, le tue occhiaie marroni appaiono impossibili da coprire e nella scala delle cromie per trucco e capelli i limiti sono pressoché infiniti.

Assodato dunque che non sarai mai bionda e che lo smokey eyes proprio non fa per te (eh già, scadere nel volgare è un attimo), su che cosa puntare per tirar fuori il meglio di quell’incarnato che tutti ti invidiano? CheDonna.it ti fornisce oggi una serie di preziosi consigli per valorizzare al meglio la tua pelle olivastra.

Pelle olivastra chiara

pelle olivastra
Foto da iStock

Sfatiamo innanzitutto un falso mito a dir poco dilagante: la pelle olivastra non è per forza una pelle scura. Ecco perché anche lei si scotta e anche lei può soffrire di vistose imperfezioni come brufoli o punti neri.

Da analizzare con cura per comprendere come valorizzare al meglio la nostra particolare variante di pelle olivastra è dunque il sottotono. Una pelle simile tende infatti a spegnersi e accostarle tonalità erratenon farà che ingriggirla. Sottotono freddo o caldo dunque?

Ti ricordiamo il trucco per individuarlo: osserva con cura le vene dei polsi, come appaiono?

  • Se sono tendenti al verde il vostro sottotono sarà caldo
  • Se sono tendenti al blu il vostro sottotono sarà freddo
  • Se sono di un colore indefinito potreste avere un sottotono neutro

In generale possiamo comunque dire che per quanto riguarda i capelli si può puntare sulla gamma che va dal biondo scuro al castano chiaro. Per un colore maggiormente sfaccettato andranno poibenissimo i riflessi che spaziano dal moka a effetti più caldi, come il golden brown, un mix di dorato e ramato. I tonic aldi infatti valorizzano un sottotono freddo, solitamente tipico degli incarnati più chiari.

Per il trucco invece cerca di donare luce all’incarato sfruttando le tonalità del rosa e, in genrale, tonalità fredde.

Pelle olivastra scura

pelle olivastra
Foto da iStock

Qui per i capelli sarà bene puntare sulle varianti più scure del castano, meglio se in sfumature fredde, quelle che, guarda caso, valorizzano e accendono i sottotoni caldi.

La variante scura della pelle olivastra è quella che tutte immaginiamo, tipica delle bellezze mediterranee. Largo dunque ai toni caldi che accendonoil make up ma ricordate di non esagerare mai: la vostra è già di per sè una bellezza dirompente non occorre esagerare appesantendo il make up o scurendo ulteriormente la chioma.

Cercate in generale digiocare sulle vostre sfumature naturali, smepre nell’ottica dinon ingrigire l’incarnato ma di illuminarlo.

Pelle olivastra capelli

pelle olivastra
Foto da iStock

Il caramello, il cioccolato e ancora il dorato o il ramato sono i colori su cui puntare se guardanodvi allo specchio i vostri modelli potrebbero essere Jessica Alba o Belen Rodriguez (si ma non emozionatevi troppo, stiamo parlando solo di incarnato!). Nelle medesime circostanze sarà bene evitare con grande meticolosità i colori capelli troppo decisi come il nero o il biondo platino: un po’ di morigeratezza ci vuole e vie di mezzo come il biondo dorato o un castano illumineranno l’incarnato e renderanno più morbidi i vostri lineamenti.

Pelle olivastra capelli biondi

pelle olivastra
Foto da iStock

Il biondo non è in realtà un totale tabòò per le pelli olivastre, lo è in tutta onestà il biondo cenere, perché poco naturale, ma un color ramato o caramello saranno più che ben accetti, perché inmaggiore armonia con questoincarnato.

In generale però starà al vostro buon senso capire quando il biondo va evitato in toto. L’unico caso di questo genere sarà per pelli olivastre molto ma molto scure che, dunque, risulterebbero poco naturali e un po’ volgare con questo accostamento, di qualsiasi sfumatura esso sia.

Se la carnagione, ad esempio, è olivastra e dal sottotono caldo meglio optare per un biondo dorato, che metta in risalto il calore della pelle e la illumini in maniera naturale. Un miele più caldo sarà invece perfetto per un sottotono freddo.

Pelle olivastra capelli rossi

pelle olivastra
Foto da iStock

E’ una scelta senza dubbio difficile, accostare il rosso, che per eccellenza valorizza gli incanrati di porcellana, a una pelle olivastra. Alla sfumatura pasisonale per eccellenza però prima o poi cediamo tutte, meglio dunque esser preparate.

Soprattutto se la vostra pelle tende a esser più scura, il consiglio è di puntare su un rosso borgogna o un rosso fuoco: il risultato non sarà mai pienamente naturale ma senza dubbio otterrai un forte impatto.

La regola generale è comunque di optare sempre per le varianti più intense e cupe del rosso, così da assecondare i vostri toni naturali.

Pelle olivastra trucco

pelle olivastra
Foto da iStock

Il problema principale da affrontare quando si trucca una pelle olivastra è donarle luce. Questo incarnato tende spesso ad avere un aspetto ingrigito che sarà nostro compito contrastare a tutti i costi.

Partiamo allora dalla base con un fondotinta dal sottotono rosato, perfetto per contrastare ogni grigiore. Ricorda però che la base si deve sempre armonizzare con il tuo colorito naturale: meglio dunque non optare per tonalità troppo chiare sebbene dovranno sempre essere illuminanti. Anche il blush è un prodotto da non sottovalutare: il suo compito è solitamente donare all’incarnato una spetto sano, perfetto dunque per le vostre esigenze e anche qui potrete giocare sulle varianti del rosa.

Blu notte, nero, grigio o prugna sono invece le nuance su cui puntare per il trucco occhi. Questi ultimi sono solitamente un punto di forza per le bellezze mediterranee come voi, valorizzateli allora con un tocco di atita all’attaccatura delle ciglia e tanto mascara.

In generale ricorda poi che il bronzo e l’oro sono sempre tuoi alleati: luminosi ma assai vicini al tuo incarnato gli doneranno subito luce. Sfruttali allora per terra, illuminante e ombretto.

Pelle olivastra rossetto

pelle olivastra
Foto da iStock

Mettiamo subito le cose in chiaro: i toni scuri sono taboo. Rosa classico, rosa shoking, carne, arancio, cremisi e ciliegia sono invece i colori su cui faresti ben a puntare, garanzia di un effetto wow ma senza scadere nel volgare.

Ricorda che il rosa potrebbe esser la tua arma vincente se l’incarnato risultasse più chiaro mentre se sei una vera bellezza mediterranea dovresti concedere una opportunità all’aranciato: non ti deluderà!