Home Intimità

A che età la prima visita ginecologica?

CONDIVIDI

A quale età una ragazza dovrebbe affrontare la prima visita ginecologica? Ancora oggi, questa problematica resta per molti un tabù di cui non si parla nemmeno in famiglia.

Difficilmente infatti una ragazza adolescente, viene accompagnata presso un medico ginecologo dalla madre a da un altro familiare per eseguire una visita di questo tipo, un grande errore se si prende in considerazione la statistica che afferma che il momento del primo rapporto avviene nella media trai 13 e i 14 anni.

1066118

Molte le ragazzine che,  nonostante abbiano iniziato la loro vita sessuale, non hanno alcuna idea di come funzioni il loro organismo, dei pericoli a cui vanno incontro e della prevenzione di alcune malattie.

La ‘prima volta’ troppo precoce e la visita ginecologica troppo lontata

L’unico motivo per cui spesso le giovani donne si recano dal medico è per una disfunzione del loro ciclo mestruale, ma nella maggior parte dei casi, la loro attività ‘di coppia’ viene nascosta ai genitori che preferiscono non parlarne o non chiedere.

Questo il grande errore che conduce gli adolescenti a gravidanze premature, esperienze traumatiche e a contrarre malattie ed infezioni per la scarsa conoscenza delle norme di igiene e protezione durante il rapporto.

Il consultorio, un valido strumento troppe volte sottovalutato

In Italia, esiste l’organo del Servizio Santario Nazionale il quale prevede la presenza di un ‘consultorio’ presso le Asl dislocate nelle varie località della nostra penisola.

I consultori prevedono a loro volta, la presenza di diversi professionisti che a seguito del pagamento del ticket, offrono consulenze anche di ostetricia e ginecologia.

Le giovani possono far richiesta di questo tipo di prestazione sanitaria in qualsiasi momento e a discrezione dei vari comuni, possono farlo anche non accompagnati dai genitori e in questo caso è previsto un colloquio con uno psicologo.

In tempi come quelli odierni, è troppo importante non mettere la testa sotto la sabbia e proteggere le nostre figlie dai pericoli in cui incorrono ogni giorno. Preparate ad affrontare le scelte, consce di tutte le conseguenze che comporteranno, di certo sceglieranno con più responsabilità di affrontare anche la prima volta con i giusti modi e tempi e in piena sicurezza.

Per quanto riguarda poi la prevenzione di alcune malattie, è importante che anche le giovani si sottopongano ad una ecografia pelvica non invasiva per testare la salute dell’apparato genitale e ad esami del sangue specifici e per questo la scelta migliore sarà affrontare la visita specialistica in piena serenità.