Seduzione: i gesti che rivelano il tuo interesse

Il linguaggio della seduzione: scopri i gesti involontari del tuo corpo quando ti piace qualcuno

I gesti con cui palesiamo il nostro interesse per un uomo sono quasi infiniti. La cosa interessante e, anche, la più importante in assoluto è il fatto che la maggior parte di questi gesti sono involontari e non abbiamo, noi stesse, il potere di controllarli, modificarli o tantomeno celarli.

 date

Sono dei veri e propri “lapus motori” che ci siamo divertite a individuare ed elencare per voi dividendoli in base alle zone del corpo. Ovviamente è una distinzione arbitraria e ci si può riconoscere o meno nell’elenco, ma può essere certamente interessante leggerlo per sviluppare una consapevolezza dei nostri atteggiamenti seduttivi inconsapevoli.

Occhi

Ammiccare mentre si parla e sbattere le palpebre più spesso e velocemente;

Guardare negli occhi la persona a cui si è interessate qualche secondo in più del “normale”;

Tenere le sopracciglia alzate in modo quasi esagerato per alcuni secondi, di solito questo gesto è abbinato con un sorriso;

Abbassare leggermente la testa e sgranare gli occhi dolcemente;

Mentre lo guardiamo negli occhi, abbassiamo lo sguardo per alcuni secondi e poi lo riguardiamo fugacemente.

Labbra

Grande sorriso che mostra i denti superiori ed inferiori e un volto rilassato;

Appoggiare un’unghia sui denti;

Mandare in fuori le labbra, come baciando l’aria;

Mordicchiare il labbro inferiore o mostrare la lingua, leggermente, passandola sulle labbra o toccando i denti frontali;

Bagnarsi le labbra, o anche leccarsi leggermente le labbra superiori o inferiori.

Capelli

Passare le dita tra i capelli per ravvivarli;

Arrotolare delle ciocche di capelli mentre lo guardiamo, spesso sorridendo;

Spostare i capelli dalle spalle, dal collo o dal viso. È un segno di grande disponibilità specialmente se mostriamo il collo e lo accarezziamo;

Raccogliere i capelli, probabilmente non siamo più interessate a continuare la conversazione.

Mani

Girare i palmi delle mani o i polsi verso chi ci piace;

Accarezzarsi il mento o una guancia;

Giocare con qualcosa, ad esempio una bottiglia o un bicchiere;

Toccare un braccio, spalla o gamba dell’uomo con cui stiamo parlando.

Voce

Aumentare o diminuire il tono e la velocità della voce per farli combaciare con quelli del nostro interlocutore;

Ridere all’unisono;

Ridere quasi sempre mentre stiamo parlando con lui;

Focalizzare tutte le nostre attenzioni sulla conversazione anche se siamo circondate da una folla di gente.

Postura

 Muoversi a tempo di musica e, allo stesso tempo, lanciare degli sguardi verso di lui.

Girare il corpo verso di lui (di solito il seno è nella sua direzione);

Avere una postura simile alla precedente ma meno simmetrica, magari con una mano a sostenere il mento: in tal caso è probabile che siamo indecise nei suoi confronti.

Restare seduta con le gambe non accavallate (diciamo semi aperte).

Restare seduta con le gambe accavallate in modo da mettere in evidenza i fianchi;

Strusciare le gambe tra di loro;

Accavallare puntando un piede verso di lui.