Home Attualità

FARE FORNO: perchè si dice così?

CONDIVIDI

Gli amanti del teatro dovrebbero conoscere quest’espressione che è propria, appunto, del gergo teatrale. Per la spiegazione e l’origine della locuzione ricorriamo a un dialogo immaginario tra padre e figlio.

Peppino non era più in sé per la gioia: il padre gli aveva promesso che il giorno del suo compleanno lo avrebbe condotto a teatro e sarebbe stata la prima volta che il fanciullo avrebbe assistito, ‘dal vivo‘, a una rappresentazione del genere. L’attesa, quindi, era spasmodica.

Quel giorno, finalmente, arrivò. ‘Sbrigati Peppino, oggi è il giorno in cui il teatro ‘fa forno’, la sala sarà tutta nostra, nessuno ci disturberà, vedrai come staremo bene’. Il giovinetto, lì per lì, restò interdetto: pensò ad una incomprensione, perciò si fece coraggio e chiese spiegazioni. ‘Papà, veramente mi avevi promesso che saremmo andati a teatro, non a mangiare una pizza; perché hai cambiato idea?’. ‘Sciocchino ­ ribattè il padre, ­ andiamo a teatro, stai tranquillo, e la sala sarà tutta per noi perché ‘fanno forno” , appunto.

Nel gergo teatrale, dunque, ‘far forno’ significa ‘rappresentare a teatro vuoto’. Quest’espressione è un calco sul francese ‘faire (un) four’ e, pare, si adoperasse quando la sala era quasi vuota e, accomiatati i pochi spettatori presenti, si spegnevano le luci rendendola in tal modo scura, buia come un forno.

Fonte: exmontevecchio.com