SARAH SCAZZI NEWS: il processo non si sposta

OMICIDIO SARAH SCAZZI, IL PROCESSO DEI MEDIA NON INFLUENZA QUELLO DEI GIUDICI – La televisione non ferma i giudici: questo in poche parole in quadro dell’attuale momento interno al processo per l’omicidio di Sarah Scazzi.

I giudici della Cassazione hanno infatti respinto la richiesta dei legali di Sabrina Misseri, Franco Coppi e Nicola Marseglia, di spostare il processo a potenza per motivi ambientali: la sentenza , depositata dalla Prima Sezione Penale della Cassazione, rigetta l’istanza di trasferimento affermando che non vi sono prove che “la massiccia campagna mediatica sviluppatasi su tutto il territorio nazionale abbia in alcun modo influito, menomandola, sul sereno ed imparziale esercizio delle funzioni giudiziarie da parte dei magistrati di Taranto e abbia condizionato le loro scelte processuali o il contenuto dei provvedimenti di loro competenza“.

In pratica televisioni, social network, giornali e tutte le altre componenti del circo mediatico non hanno assolutamente intaccato la capacità di giudizio in quel di Taranto: il processo prosegue; stesso luogo, stessi giudici, stesse imputate e una sola grande domanda… chi ha ucciso Sarah Scazzi?

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULL’ESSERE MAMMA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BELLEZZA CLICCANDO QUI!

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLE IDEE REGALO CLICCANDO QUI!

Da leggere