19 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

PRIMI PIATTI: Paccheri ripieni con l'esperta Greta Isella

  • PRIMI PIATTI: Paccheri ripieni con l'esperta Greta Isella
Chi ha detto che la cucina non ? un'arte? Da oggi anche noi possiamo smentire questa assurda affermazione, grazie anche ad una nuova collaborazione che CheDonna.it ha intrapreso nell'affascinante mondo dell'arte culinaria, con la

Chi ha detto che la cucina non è un'arte? Da oggi anche noi possiamo smentire questa assurda affermazione, grazie anche ad una nuova collaborazione che CheDonna.it ha intrapreso nell'affascinante mondo dell'arte culinaria, con la 'cuoca mattarella' Greta Isella. Buongustaia e buona forchetta, scrive di lei sul suo blog, si è laureata in filosofia teoretica ma ha seguito la sua vocazione: stare ai fornelli. Dapprima gira di locale in locale e di cucina in cucina adattandosi a ricette altrui e confezionate con ingredienti tradizionali, poi, non paga, segue l’istinto alimentare natural-salutista della sua famiglia, addizionato da corsi di macrobiotica, cucina etnica, studi e sperimentazioni culinarie. Insieme al fratello Glauco apre a Monza una Bio-Gastronomia-Pasticceria dove inizia a tenere corsi di cucina, sfatando le voci più scettiche secondo cui gli alimenti cruelty free non possano essere buoni, belli, gustosi e profumati oltre che sani, etici, facili da preparare ed economici. Grazie ai suoi bambini si sta specializzando in un "piccolo ricettario" che sarà oggetto di nuovi corsi e laboratori su svezzamento, merende sane e workshop per far cucinare e divertire gli aspiranti chef: un modo per avvicinare i piccoli palati alla cucina naturale. Ma scopriamo la prima ricetta di Greta, che da oggi ci farà compagnia due volte la settimana con ricette per grandi e piccini. [gallery link="file" columns="2"] Paccheri ripieni di verdure con besciamella vegan Ingredienti (per 2 persone): 35 g di farina 00 35 ml di olio extra vergine di oliva (e.v.o.) 300 ml di latte di soia al naturale 50 ml di brodo di verdura 1 piccolo porro tagliato a rondelle sottili 1 pizzico di noce moscata 1 macinata di pepe nero 1 pizzico di curcuma 16 paccheri 2 cucchiai di piselli 4 cimette di broccolo ½ carota ½ zucchina pangrattato olio e.v.o.
e sale q.b. Procedimento: 1. Questo è un primo piatto leggero ma gustosissimo, ideale per una cenetta speciale.
L’assenza di latte e formaggio non compromette la riuscita del piatto e nello stesso tempo salvaguarda linea e salute… meglio di così..?! La besciamella vegana è saporita quanto quella tradizionale, facile e veloce da preparare: in una casseruola amalgamate farina ed olio, fino ad ottenere una crema liscia come quella che vedete in foto.
Incorporate poco alla volta il latte di soia, che non deve essere freddo di frigo, altrimenti rischiate di formare dei grumi. Mescolate ed unite anche il brodo vegetale; mescolando con una posata o una frusta cuocete a fiamma bassissima.
Non appena la besciamella si sarà addensata, unite la noce moscata, il pepe, la curcuma (spezia che dona un bel colore giallino e che fa benissimo a tutto quanto l’apparato digerente) e correggete eventualmente di sale.
Spegnete il fuoco. 2. Saltate in padella il porro e le verdure tagliate a cubetti, con un goccio d’olio e un poco di sale.
Lasciate cuocere per una decina di minuti, eventualmente aggiungendo un po’ d’acqua; l’importante è che rimangano croccanti. Unite alle verdure metà della besciamella ormai intiepidita. Cuocete i paccheri al dente in abbondante acqua salata, scolateli e riponeteli in una ciotola o pentola piena d’acqua fredda per fermarne la cottura. La ricetta prevede 16 paccheri, ma il mio consiglio è di cuocerne qualcuno in più perché può capitare che si rompano durante la cottura o la fase di farcitura. A questo punto potete farcire ciascun pacchero con il composto di verdure e besciamella, aiutandovi con una scatolina o con un cucchiaino. Posizionate “in piedi” i paccheri farciti in una piccola pirofila sul fondo della quale avrete versato un filo d’olio e quasi tutta la besciamella; tenetene da parte solo un paio di cucchiai. 3 Infine, su ciascun pacchero, mettete un poco di besciamella, spolverate con il pangrattato, se gradite con altro pepe, condite con un filo d’olio ed infornate per 20 minuti in forno caldo (160 gradi) e non ventilato. Fate gratinare fino a quando la superficie apparirà ben dorata. Chiaramente, potete giocare voi con i sapori e la varietà di verdure per trovare la combinazione di sapori che preferite. Servite e buon appetito! Consultate il mio sito e scrivetemi: www.cuocamattarella.it greta@cuocamattarella.it

Articoli Correlati