23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Ritocchino per l'estate? Perchè no!

Il botulino... va in vacanza! Se fino a poco tempo fa si evitavano i mesi estivi per sottoporsi a piccoli interventi di chirurgia e medicina estetica per paura di dover perdere il periodo di vacanza a causa del decorso

Il botulino...
va in vacanza! Se fino a poco tempo fa si evitavano i mesi estivi per sottoporsi a piccoli interventi di chirurgia e medicina estetica per paura di dover perdere il periodo di vacanza a causa del decorso post-operatorio, oggi grazie a tecniche mini-invasive e cicatrici sempre più nascoste, i mesi caldi sono considerati i più adatti per concedersi qualche ritocchino senza rinunciare a mare e abbronzatura. Spiega Francesco Bernardini, oculista specializzato in oculoplastica, la chirurgia plastica dello sguardo, docente all’Università di Genova e unico membro italiano della ASOPRS (American Society of Ophthalmic Plastic and Reconstructive Surgery), la società americana di oculoplastica: “Grazie alle tecniche mini-invasive i tempi di recupero sono decisamente ridotti: è sufficiente un riposo di qualche giorno per poi tornare ad esporsi al sole”. Via libera quindi a piccoli interventi per il volto o a filler e botulino. Tra gli interventi, il lifting della fronte e del sopracciglio, la blefaroplastica superiore e inferiore.
Il primo si esegue per via endoscopica e comporta cicatrici minime e nascoste dietro i capelli e già dopo cinque giorni è possibile prendere il sole.
La seconda, la chirurgia plastica delle palpebre, lascia una cicatrice nascosta nella piega naturale della palpebra, per cui quando l’occhio è aperto la ferita è nascosta e protetta dalla piega stessa.
L’unica precauzione è non esporsi al sole con gli occhi chiusi, per non rischiare una cicatrice più vistosa.
Infine, per rimuovere borse e occhiaie si esegue la blefaroplastica inferiore per via trans-congiuntivale, ovvero dietro la palpebra nel lato a contatto con l’occhio senza lasciare cicatrici visibili.
Si tratta di una tecnica sicura che combina al meglio estetica dello sguardo e sicurezza per l’occhio con effetti garantiti per dieci anni. Se non si vuole ricorrere al bisturi per eliminare le rughe del viso, basta qualche iniezione di botulino o acido ialuronico: un trattamento a giugno garantisce uno sguardo liscio e rilassato fino all’inizio della stagione fredda.
La tossina botulinica permette di dire addio alle rughe di espressione che si formano intorno agli occhi e sulla fronte e che si accentuano con l’abbronzatura, mentre l’uso di fillers a base di acido ialuronico di ultima generazione spiana le rughe nel resto del volto.
Dopo le iniezioni, si consiglia di evitare il sole per 48 ore in quanto potrebbe inibire l’effetto della tossina botulinica. Fonte: TeamMead

Articoli Correlati