24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LIBRI: Intervista esclusiva a Alessia Coppola, autrice de "Il filo rosso"

Torniamo oggi a intervistare la blogger e scrittrice Alessia Coppola, stavolta per un romance delizioso e originale.   Stiamo parlando de Il filo rosso.   Di cosa parla? Ecco la trama...   Non

Torniamo oggi a intervistare la blogger e scrittrice Alessia Coppola, stavolta per un romance delizioso e originale.   Stiamo parlando de Il filo rosso.   Di cosa parla? Ecco la trama...   Non nasconderti dietro il destino.
Quello lo costruiamo noi, con i nostri propositi e le nostre azioni.
Secondo la leggenda cinese del filo rosso del destino, ognuno di noi nasce con un invisibile filo rosso legato al mignolo della mano sinistra: questo ci lega indissolubilmente a coloro cui siamo destinati.
Tempo, spazio, circostanze non contano.
Finché le anime sono in vita il filo le lega.Allyson non sa chi troverà in fondo al suo filo.   È amareggiata, certa ormai che il vero amore sia solo una chimera, come quel dragone azzurro di cui favoleggiava l'amica cinese Lin Mei, e che avrebbe dovuto guidare la sua strada per la felicità mentre invece l'ha solo illusa.
L'unica soluzione è cercare rifugio in quella stanza che profuma di trementina e ha i colori di una tavolozza d'artista.
Ally si fa curare dalla pittura, il suo primo amore, e chissà che cosa emergerà da quella tela, forse il futuro che lei desidera per se stessa... Ed ecco cosa abbiamo scoperto direttamente da Alessia Coppola...   Il filo rosso è una commedia romantica che si nutre di un pizzico di magia.
Come è nata la storia?   La storia è nata per caso, come tutte le mie storie.
Non l'ho cercata, è venuta a trovarmi in un giorno d'estate.   Il personaggio che ti ha divertito di più mentre scrivevi il libro?   Credo che il personaggio che mi abbia divertito di più è stato quello di Ethan.
Anche Lin Mei è stata da subito una delle mie preferite.   Ispirazioni letterarie o di altro genere?   Non mi sono ispirata ad altre opere di questo genere.
Ho lasciato che l'ispirazione parlasse da sé, portandomi a San Francisco e tra le strade variopinte di Chinatown.   Che tipo di invenzioni narrative ti piace creare? Per quanto riguarda Il filo rosso, ho scelto un intreccio abbastanza semplice, anche se mi piacciono le trame articolate.     Qualche consiglio alle lettrici di CheDonna per trovare la strada del destino?   Consiglio a chiunque di lasciarsi andare, di seguire l'istinto e i piccoli segnali che troviamo disseminati sul nostro cammino.   C'è qualcosa di biografico nel tuo romanzo?   Poco se non nulla.     Progetti futuri?   Tanti e tutti top secret.
:D   Silvia Casini © Riproduzione Riservata

Articoli Correlati