24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

MUSICA: Video "El Presidente", il nuovo singolo degli Après La Classe

Dal 13 giugno gli Apr?s La Classe diffondono in radio ?El Presidente?, nuovo rivoluzionario singolo estivo dal ritmo caraibico, primo in lingua spagnola nella discografia della band salentina. Il videoclip (regia di Daniele

Dal 13 giugno gli Après La Classe diffondono in radio “El Presidente”, nuovo rivoluzionario singolo estivo dal ritmo caraibico, primo in lingua spagnola nella discografia della band salentina. Il videoclip (regia di Daniele Pignatelli) è on line dal 9 giugno, accolto con grande entusiasmo dai media e dagli amici-colleghi importanti sui social, come Emma e i Negramaro.
Si annuncia così il ritorno della band dall’inconfondibile sound patchanka sui palchi di tutta Italia con il "Venti Forti Tour"! Il paesaggio invaso perennemente dal sole, la passione sanguigna nel ritmo caliente, certe dinamiche di mala politica, sono gli ideali punti di contatto tra due mondi del Sud che si somigliano davvero molto e che non hanno più frontiere di separazione.
Cuba è in Salento ne “El Presidente” e con questa canzone gli Après si fanno portavoce del popolo stanco ma ormai pronto ad agire.
Dietro la maschera iniziale della cortesia, esplode l’inno alla rivoluzione come atto doveroso per la dignità del popolo sovrano. Abbiamo voluto inserire la matrice latino-cubana, perché da sempre il suono de l’Havana con la tipica tromba alla Buena Vista Social Club, ha contraddistinto brani con forti tematiche di denuncia sociale e Rivoluzione, abbracciando perfettamente il testo della nostra canzone “El Presidente”.
Sentivamo la forte esigenza di denunciare a gran voce uno dei problemi che affligge la vita di gran parte delle persone nel mondo in questo momento, perché continuiamo a credere fortemente nella libertà e nella democrazia.
Dall’Italia al Venezuela, da Cuba fino in Korea, il popolo è zittito dai signori della politica e assiste inerme alle losche operazioni di questi “Presidenti” che affogano i pensieri del popolo sovrano con atti intimidatori che vanno a ledere la qualità della vita di ognuno di noi. (Après La Classe)

Articoli Correlati