17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: la responsabilità nel tamponamento a catena

  • CARO AVVOCATO: la responsabilità nel tamponamento a catena
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: L'art. 2054 c.c. disciplina la responsabilit? del conducente di un veicolo in caso di incidente, prevendo, al comma 1, che "il conducente di un veicolo senza guida di rotaie ? obbligato a

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: L'art.
2054 c.c.
disciplina la responsabilità del conducente di un veicolo in caso di incidente, prevendo, al comma 1, che "il conducente di un veicolo senza guida di rotaie è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno". Il principio di diritto che, nei casi di tamponamento a catena, addebita all’ultimo veicolo della colonna la responsabilità di tutti i tamponamenti dei veicoli precedenti è stato affermato (e può essere condiviso) solo nei casi di tamponamento di veicoli fermi incolonnati (sent.
13 febbraio 1974 n.
358 richiamata anche nel ricorso). Nel tamponamento a catena di veicoli in movimento trova, invece, applicazione, con riguardo ai veicoli intermedi, – e quindi con esclusione del primo e dell’ultima veicolo della colonna – il secondo comma dell’art.
2054 c.c., con conseguente presunzione iuris tantum della colpa in eguale misura a carico di entrambi i conducenti di ciascuna coppia di veicolo tamponato e tamponante, fondata sulla inosservanza della distanza di sicurezza rispetto al veicolo antistante, qualora non sia da loro fornita la prova liberatoria di avere fatto tutto il possibile per evitare il danno ed ancorché uno solo dei conducenti e/o l’autoveicolo da questi condotto abbia riportato danni (sent.
29 maggio 2003 n.
8646; sent.
10 maggio 1988 n.
3415).

Articoli Correlati