14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: "The Dark Side of the Moon" di Officina Musicale

  • EVENTI: "The Dark Side of the Moon" di Officina Musicale
Venerd? 18 luglio,a Villa Pamphilj a Roma, per I Concerti nel Parco,?ancora una Prima a Roma, un concerto dal titolo programmatico The Dark Side of the Moon, in cui OFFICINA MUSICALE, orchestra che ? un?istituzione storica in

Venerdì 18 luglio,a Villa Pamphilj a Roma, per I Concerti nel Parco, ancora una Prima a Roma, un concerto dal titolo programmatico The Dark Side of the Moon, in cui OFFICINA MUSICALE, orchestra che è un’istituzione storica in Abruzzo,rileggei capolavori delle glorie del rock Made in England 1973, nella trascrizione del compositore inglese Mark Hamlyn.I ritmi irraggiungibili delle chitarre, i bassi tuonanti e le martellanti batterie di “The Dark Side of the Moon” dei Pink Floyd, di “After the Ordeal” dei Genesis, l’energia misteriosa di “The Rain Song” dei Led Zeppelin, la straziante “The Rock” degli Who, o la sinfonia pop “Tabular Bells” di Mike Oldfield, sono riproposti nelle loro componenti fondamentali di melodia, armonia e ritmo, attraverso un sound orchestrale un po’ “sporcato” dalle sonorità delle tastiere e dalla batteria. Una sfida, un azzardo che però possiede un suo innegabile fascino: ne viene fuori una musica che è la stessa che abbiamo conosciuto e amato, dalla straordinaria carica dirompente che ci ha conquistato negli anni ’70, ma nello stesso tempo esprime un colore completamente nuovo, diverso, che ne valorizza le linee musicali più nascoste. La parte elettronica preponderante e peculiare, per esempio in The Dark Side of the Moon, è stata resa nella trascrizione di Hamlyn in chiave di netto contrasto sonoro tra le diverse sezioni “classiche” dell’orchestra e quelle più “moderne” delle tastiere e della batteria.

Articoli Correlati