20 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CINEMA: Torna il MashRome Film Fest

  • CINEMA: Torna il MashRome Film Fest
Dopo il grande successo di pubblico, critica e stampa delle precedenti edizioni, Roma ospita dal 3 al 6 giugno 2014 (Teatro dell?Orologio, ingresso a partire da ? 3,00; serata finale Auditorium dell?Ara Pacis) la terza edizione

Dopo il grande successo di pubblico, critica e stampa delle precedenti edizioni, Roma ospita dal 3 al 6 giugno 2014 (Teatro dell’Orologio, ingresso a partire da € 3,00; serata finale Auditorium dell’Ara Pacis) la terza edizione del MASHROME FILM FEST (MRFF), il festival internazionale, unico in Italia, dedicato al mashup e, più in generale, al cinema sperimentale fondato e diretto da Mariangela Matarozzo e Alessandra Lo Russo. Quattro giorni di full immersion in quel mondo del cinema e non solo che ha fatto del remix, oltre che della sperimentazione, il proprio punto di curiosità e di forza.
Numerosi gli ospiti da tutto il mondo, primo fra tutti Peter Greenaway che sarà protagonista di un incontro il 6 giugno all’Auditorium dell’Ara Pacis.
Il 6 giugno in programma anche la Cerimonia di Premiazione; ospiti i Pollock Project, un ensemble art-jazz fondato da Marco Testoni che ha fatto del mashup e del rapporto con l’audiovisuale la propria cifra stilistica.
Fra i film in programma Le Grant (categoria music) di Luca Lucchesi prodotto dalla Werner Music del celeberrimo regista tedesco; e Isaac (categoria Feature) di Federico Tocchella con la fotografia di Daniele Ciprì. Ricordiamo che oltre 62 sono i Paesi che hanno partecipato alla selezione con oltre 1100 film inviati da tutto il Mondo, fra i quali ne sono stati selezionati 120 inseriti in concorso.
Il premio per i vincitori sarà la Distribuzione dei film in collaborazione con Ownair: un importantissimo risultato per la diffusione e la promozione del cinema indipendente di sperimentazione del nuovo millennio.
Fra le novità, la partecipazione per la prima volta dell’Africa con una webseries dal Kenya e la partecipazione, significativa anche se in piccoli numeri, dell’Australia.
Sempre significativa la presenza dell’Europa che, in testa Germania, Penisola Iberica, Regno Unitom, Paesi Bassi, Paesi Scandinavi e Francia, raggiunge oltre la metà dei film iscritti.
E mentre l’Estremo Oriente è presente con oltre il 6% dei lavori, in particolare con la Corea del Sud, il Medio Oriente ha a sua volta una significativa presenza con oltre il 5% delle opere fra Turchia, Israele, Egitto, Iran e Iraq.
Si attestano entrambe su oltre il 6% America Latina, con un’importante presenza del Brasile, e Stati Uniti. In programma, oltre alla visione dei film: masterclass, incontri con i registi, installazioni e omaggi ad alcuni grandi. La manifestazione si avvale della Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica e delle principali istituzioni italiane ed internazionali: Ambasciate, Istituti di Cultura e Centri Culturali internazionali che fin dalla prima edizione hanno promosso l’iniziativa.
Fra tutti, le Ambasciate di Stati Uniti, Israele, Norvegia, Finlandia, Svezia, Spagna. Il Festival è in realtà l’appuntamento cardine di tutta una serie di iniziative distribuite nel corso di tutto l’anno pensate proprio per promuovere il cinema sperimentale.
Appuntamento dedicato al remix, Mashrome ha fatto del riciclo e di un approccio ecologico anche alla cultura e allo spettacolo la propria filosofia di vita: a cominciare dal fatto che tutti i film vengono raccolti ed archiviati esclusivamente in formato digitale, evitando quella movimentazione di migliaia di DVD, cartelle stampa che inondano tradizionalmente le segreterie dei festival con un pesantissimo impatto ambientale.

Articoli Correlati