24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Aprire un asilo in casa: diventa una Tagesmutter

Aprire un asilo nido una nuova opportunit? lavorativa per le donne Con le crescenti mancanze pubbliche per quanto riguarda l'assistenza all'infanzia, gli asili privati stanno sempre pi? diventando una realt? lavorativa presente

Aprire un asilo nido una nuova opportunità lavorativa per le donne Con le crescenti mancanze pubbliche per quanto riguarda l'assistenza all'infanzia, gli asili privati stanno sempre più diventando una realtà lavorativa presente sul territorio e un alternativa, quasi obbligata, per tutte quelle coppie che non si vedono riconosciuti i punteggi per l'iscrizione agli asili pubblici.Una novità in fatto di assistenza all'infanzia di tipo privato sono gli asili nido in casa.Le famose Tagesmutter. Le mamme di giorno, sono delle mamme che mettono a disposizione la loro casa per accogliere un numero limitato di bambini.
Il numero di bambini che un nido in casa può accogliere è regolamentato dalle normative di ciascuna regione.L'asilo nido in casa si distingue dal resto delle strutture che accolgono bimbi da zero a tre anni per l'approccio più umano ed esclusivo per ogni bambino.Le Tagesmutter hanno trovato accoglimento sopratutto nelle regioni del nord d'Italia ed in particolare in Trentino Alto Adige. Cosa si deve fare per diventare un Tagesmutter Per aprire un asilo nido in casa si devono seguire degli steps obbligati ecco quali: -Informarsi sulle normative che regolano l'assistenza all'infanzia del proprio comune di appartenenza. -Ricorrere ad una educatrice professionale con un attestato riconosciuto oppure essere in possesso di un diploma magistrale o di una laurea in pedagogia. -Avere a disposizione un ambiente grande e luminoso. -Avere a disposizione un giardino. -Presentare un progetto tecnico al comune di appartenenza. -Avere il nulla osta della ASL -Se si vuole servire i pasti è necessaria una DIA ( denuncia di inizio attività) per la preparazione e somministrazione di alimenti e la conseguente HACCP. -Chiedere l'accreditamento al comune come garanzia di qualità e per un eventuale futura convenzione comunale. A fronte di qualche giretto burocratico, un buon progetto in testa e tanto amore da dedicare ai bimbi si può creare a casa propria un attività lavorativa tutta al femminile.

Articoli Correlati