21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LIBRI: 'E poi ti ho trovato'

  • 26|
Il giorno delle Prime Volte. Cos? Kate Vaughan chiama il primo giorno di primavera, una ricorrenza speciale che, ogni anno, le riporta alla mente gli attimi e le emozioni che hanno segnato la sua vita. Il primo bacio, la promessa

Il giorno delle Prime Volte.
Così Kate Vaughan chiama il primo giorno di primavera, una ricorrenza speciale che, ogni anno, le riporta alla mente gli attimi e le emozioni che hanno segnato la sua vita.
Il primo bacio, la promessa d’amore eterno al suo primo ragazzo, l’inaugurazione della sua boutique, il primo bagno di mezzanotte… Ma poi, come sempre, il pensiero di quei momenti di gioia viene accompagnato anche dal ricordo dell’evento che, tredici anni fa, le ha stravolto l’esistenza.
Solo Kate e la sua famiglia sanno cosa sia successo quel lontano giorno di marzo, quando lei si era trovata davanti a una scelta difficilissima.
Una scelta che ancora oggi la perseguita e che non riesce a dimenticare, o che forse non vuole dimenticare, nella segreta speranza che il destino le riservi l’opportunità di riannodare i fili di un legame reciso troppo presto.
E adesso, proprio nel giorno delle Prime Volte, quell’opportunità si manifesta nel modo più inaspettato: una richiesta d’amicizia su Facebook.
Per Kate, accettare quella richiesta sarà il primo passo lungo una strada di sorprese e rivelazioni, grazie alle quali scoprirà che, se ne custodiamo il ricordo nel cuore, ciò che abbiamo smarrito può essere ritrovato.
Perché il passato, per quanto doloroso, non è un muro invalicabile, bensì la porta per un futuro in cui ogni giorno è il primo giorno di primavera. Ispirandosi alle vicende realmente accadute alla sorella, in questo romanzo Patti Callahan Henry descrive con straordinaria sensibilità i cambiamenti che un incontro a lungo desiderato portano nella vita di una persona e di tutta la sua famiglia, dando voce a una storia delicata e toccante, intensa e sorprendente. «Sono passati ormai due anni da quando, nel bel mezzo di un giorno qualunque, è accaduto qualcosa di davvero straordinario che ha cambiato la mia famiglia per sempre. Circa vent’anni fa, mia sorella minore diede in adozione la sua bimba appena nata.
Fu la decisione più difficile, coraggiosa e sofferta della sua vita.
Poi, due anni fa, ho ricevuto una richiesta d’amicizia su Facebook da una ragazza che compiva gli anni lo stesso giorno di mia nipote.
Sembrava troppo bello per essere reale, quasi impossibile, ma era tutto vero: la figlia di mia sorella, mia nipote, ci aveva trovati su Facebook. La storia di mia sorella è stata la fonte d’ispirazione per E poi ti ho trovato.
Questo romanzo è stato il mio modo per esplorare le incertezze della vita.
Cosa succede quando ritrovi ciò che pensavi di aver perduto per sempre? Anche se lascio che sia mia sorella a raccontare la versione reale dei fatti, la storia che leggerete in E poi ti ho trovato esplora le emozioni e gli straordinari cambiamenti che un ricongiungimento a lungo desiderato portano alla vita di una persona e di tutta la sua famiglia. Spero che questa storia possa toccare anche i vostri cuori e le vostre anime.» Patti Callahan Henry Patti Callahan Henry è nata e cresciuta a Philadelphia.
La parola scritta l’ha sempre affascinata, fin da quand’era ragazzina.
Ma, convinta che diventare scrittrice fosse un sogno impossibile, ha deciso d’intraprendere gli studi d’infermieristica e di specializzarsi in pediatria.
Ha lavorato in ospedale per diversi anni, prima che il congedo per la maternità le offrisse l’occasione giusta per tornare alla sua vera passione: la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno.
Il successo è stato immediato: E poi ti ho trovato è entrato subito nella classifica del New York Times.

Articoli Correlati