13 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

KYENGE: spot antirazzista con la nazionale, ma manca Mario Balotelli

  • KYENGE: spot antirazzista con la nazionale, ma manca Mario Balotelli
  KYENGE - Mario Balotelli ne ha combinata un'altra: ha mancato l'incontro, fissato per questa mattina tra il Ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge. In suo favore, Super Mario ha addotto una delle scuse pi?

  KYENGE - Mario Balotelli ne ha combinata un'altra: ha mancato l'incontro, fissato per questa mattina tra il Ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge. In suo favore, Super Mario ha addotto una delle scuse più classiche per questo tipo di disguidi: "non mi è suonata la sveglia!". Naturalmente anche il telefono risultava staccato e dunque il campione del Milan si è perso lo storico meeting durante il quale il ministro ha riflettuto sull'importanza del calcio e dello sport in generale come strumento della lotta al razzismo. "La Nazionale di calcio è un modello di quella che dovrebbe essere l’Italia di domani", queste le parole del nostro Ministro, che però ha potuto stringere la mano a Ogbonna ed El Shaarawy. Buffon ha colto l'occasione per consegnare alla Kyenge una maglia autografata da tutti i componenti della nazionale. Ogbonna ed El Shaarawy hanno omaggiato il ministro con magliette personali. "Il vostro è un mondo che da tempo ha sperimentato cosa vuol dire integrazione. Auspico che saprete dare e offrire un contributo più generale a questo dato, che è oramai nelle cose, al di là di forme che ancora persistono di intolleranza nei nostri stadi". Il discorso è proseguito attraverso parole di grande speranza. "Per molti, in particolare i giovani, voi siete eroi buoni, questo è un aspetto ancor più importante.
Perché è dai giovani che il nostro paese si aspetta una nuova linfa per il suo futuro: a 50 anni dal discorso di Martin Luther King, il sogno per voi si è avverato, oggi quello stesso sogno deve guidare le nuove generazioni.
Il vostro è un mondo che da tempo ha sperimentato cosa vuol dire integrazione, le vostre squadre di club sono un multi-pop di nazionalità diverse, e questo è oramai un concetto per voi sedimentato.
Non c’è campo di calcio che oggi non veda insieme vecchi e nuovi italiani, la nuova Italia per voi è un dato di fatto, io mi auguro che saprete dare e offrire un contributo più generale a questo dato, che è oramai nelle cose, al di là di forme che ancora persistono di intolleranza nei nostri stadi.
Sappiate che io sarò con voi, vicino a voi per debellare questa piaga". Solo qualche mese fa la Kyenge era stata oggetto di attacchi razzisti da parte della Lega, con cui ha sempre "risposto" con encomiabile amplob e ironia. Per gli altri articoli di attualità CLICCA QUI.  

Articoli Correlati