25 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Asma? Allergie? Cause e cure spiegate in un congresso mondiale

Le allergie sono divenute una sfida per la salute mondiale. Esperti da ogni parte del mondo si incontrano a Milano dal 22 al 26 giugno al World Allergy & Asthma Congress 2013 per dare una risposta a questa sfida. Il Congresso

Le allergie sono divenute una sfida per la salute mondiale.
Esperti da ogni parte del mondo si incontrano a Milano dal 22 al 26 giugno al World Allergy & Asthma Congress 2013 per dare una risposta a questa sfida.
Il Congresso è organizzato congiuntamente dalla EAACI e dalla World Allergy Organization (WAO). Il numero di persone che soffrono di allergia o asma sta crescendo sempre più velocemente.
Oltre il 30% della popolazione mondiale è colpito da allergie.
Nel mondo 250 milioni di persone manifestano allergie alimentari.
In nazioni sviluppate quali gli Stati Uniti, una persona su cinque manifesta allergie o asma.
La crescita più forte si nota nei Paesi in via di sviluppo e nei bambini, i quali soffrono soprattutto di allergie alimentari e respiratorie.
Un quarto dei bambini in età scolare in Europa convive con una malattia allergica. Tra gli studi che verranno presentati, una ricerca dell'australiano David Martino e del suo team al Murdoch Children’s Research Institute di Melbourne, offrirà una prova della programmazione pre-natale delle allergie alimentari.
Questo significa che le allergie non sono acquisite dopo la nascita o più tardi.
Ci sono evidenze scientifiche crescenti che le allergie possono essere originate prima del parto.
I neonati hanno quindi già una tendenza a sviluppare allergie dovuta alle condizioni di vita delle loro madri compresa la loro alimentazione durante la gravidanza.
Questo è stato provato per le allergie che si riscontrano nei bambini nei primi 12 mesi di vita. Un processo biochimico chiamato metilazione del DNA gioca un ruolo centrale nello sviluppo prenatale del sistema immune.
La metilazione e sensibile agli squilibri ambientali. Nel corso del congresso verranno anche presentate nuove scoperte sulla allergia ai crostacei, una delle forme più comuni di allergia alimentare e una delle principali cause di reazioni allergiche capaci di mettere a rischio la vita.
Le ricerche di Heidi R.
Myrset e del suo gruppo all'Istituto Veterinario Norvegese di Oslo hanno individuato quali parti dell' allergene scatenano la reazione allergica ai crostaceo e questo può rappresentare un importante passo in avanti per lo sviluppo di un vaccino specifico. Il presidente della EACCI e co-presidente del Congresso, il professor Cezmi Akdis, ha detto che “le allergie e l'asma stanno crescendo in modo netto.
C'è una chiara correlazione fra il miglioramento degli standard di vita e lo sviluppo o allergie e asma.
Questo spiega perché è nei paesi emergenti che si notano i maggiori incrementi.

Articoli Correlati