17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Rachel Weisz

  • LA DONNA DEL GIORNO: Rachel Weisz
L?attrice premio Oscar Rachel Weisz, rinomata per la sua capacit? di ritrarre donne di incredibile spirito e intelligenza, continua a cercare progetti e ruoli stimolanti da portare sia sullo schermo sia sulla scena. Nel 2005

L’attrice premio Oscar Rachel Weisz, rinomata per la sua capacità di ritrarre donne di incredibile spirito e intelligenza, continua a cercare progetti e ruoli stimolanti da portare sia sullo schermo sia sulla scena. Nel 2005 Rachel Weisz ha ricevuto uno straordinario plauso da parte della critica oltre che lo Screen Actors Guild Award, il Golden Globe e l’Oscar per la sua performance nell’adattamento di Fernando Meirelles del best-seller di John le Carre, The Constant Gardner. Più di recente, è apparsa in The Whistleblower, diretto da Larysa Kondracki, un film politico indipendente.
Basato su una storia vera, il film racconta le vicende di una donna poliziotto del Nebraska (Weisz) che presta servizio come agente di pace nella Bosnia post-bellica e porta alla luce uno scandalo relativo a traffici sessuali coperti dalle Nazioni Unite. Rachel Weisz apparirà nel thriller Dream House di Jim Sheridan al fianco di Daniel Craig e Naomi Watts, e in Page Eight di David Hare al fianco di Bill Nighy e Ralph Fiennes per la BBC.
A seguire, apparirà con Tom Hiddleston in The Deep Blue Sea di Terence Davies, l’adattamento cinematografico della commedia di Terrence Rattigan.
In vista per lei c’è un ruolo di protagonista per un progetto ancora senza titolo di Terrence Malick accanto a Javier Bardem, Rachel McAdams e Ben Affleck. Rachel Weisz è stata protagonista di Oz: The Great and Powerful di Sam Raimi accanto a Mila Kunis, James Franco e Michelle Williams ed ha iniziato la lavorazione di The Bourne Legacy di Tony Gilroy, il quarto film della serie. Nel 2009 ha ricevuto grande successo presso la critica per la sua performance nel film Agorà di Alejandro Amenabar, che ha debuttato al Festival di Cannes e aveva come co-protagonista Max Minghella.
Tra i precedenti film interpretati figurano: The Brothers Bloom di Rian Johnson, un film di avventura, in cui ha recitato al fianco di Mark Ruffalo e Adrien Brody, My Blueberry Nights – Un bacio romantico di Wong Kar Wei, Lovely Bones di Peter Jackson, la commedia romantica Definitely Maybe di Adam Brook al fianco di Ryan Reynolds, Fred Claus di David Dobkin al fianco di Vince Vaughn e Paul Giamatti, il film fantastico-avventuroso a sfondo romantico The Fountain di Darren Aronofsky accanto a Hugh Jackman, il thriller di grande successo Constantine di Francis Lawrence, La giuria di Gary Fleder, Confidence di James Foley, e About a Boy – Un ragazzo di Chris e Paul Weitz. Inoltre, è nota al pubblico di tutto il mondo per il suo ruolo di protagonista accanto a Brendan Fraser nei blockbuster di Stephen Sommers La Mummia e La Mummia – Il ritorno.
Weisz è stata anche protagonista di Il nemico alle porte di Jean-Jacques Annaud, I Want You di Michael Winterbottom, The Land Girls – Le ragazze di campagna di David Leland, Lo straniero che venne dal mare di Beeban Kidron e Lei balla da sola di Bernardo Bertolucci. Nel 2010, ha vinto il Laurence Olivier Award nella categoria "Miglior Attrice" per la sua interpretazione di Blanche DuBois nel revival di Un tram chiamato desiderio di Tennessee Williams nel West End.
Ha ricevuto vasto plauso da parte della critica per il film The Shape of Things della Focus Features, che ha segnato anche il suo debutto come produttrice cinematografica.
Precedentemente aveva recitato nell’edizione originale dell’omonima commedia dell’autore/regista Neil La Bute, sia a Londra sia a New York City.
La sua performance nell’edizione di Design for Living di Noel Coward con la regia di Sean Mathias a Londra, le ha fatto vincere il London Drama Critics Circle Award nella categoria Migliore Attrice Emergente.
Ha anche preso parte all’edizione diretta da Mathias nel West End di Improvvisamente l’estate scorsa. Rachel Weisz ha iniziato la sua carriera come studentessa all’Università di Cambridge dove ha formato il Talking Tongues Theatre Group, che ha messo in scena vari spettacoli sperimentali e ha vinto il prestigioso Guardian Award al Festival di Edimburgo.

Articoli Correlati