22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: opposizione a sanzioni amministrative derivanti da violazione del codice della strada: ultime novità

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che, in caso di ricorso al Giudice di Pace per la contestazione di una "multa", non c'? pi? l'obbligo di depositare l'originale del verbale di

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che, in caso di ricorso al Giudice di Pace per la contestazione di una "multa", non c'è più l'obbligo di depositare l'originale del verbale di accertamento unitamente al deposito del ricorso. ella vigenza dell’art.
22 L.
n.
689/81 era previsto l’obbligo per il ricorrente di allegare al ricorso la copia dell’ordinanza o del provvedimento sanzionatorio.
Tale prescrizione era finalizzata a consentire al giudice una verifica della tempestività del deposito del ricorso prima ancora di fissare con decreto la data della prima udienza, ed era espressione del principio in virtù del quale l’onere della prova della tempestività nella proposizione del ricorso è a carico del ricorrente. Tuttavia, nonostante la legge prevedesse espressamente tale onere di allegazione del provvedimento a carico del ricorrente, non vi era altrettanta chiarezza sulle conseguenze derivanti per il caso di mancata produzione del predetto documento nella fase introduttiva. L’art.
6 D.
lgs.
n.
150/2011 non prevede più espressamente l’allegazione del provvedimento impugnato al momento del deposito del ricorso, con la conseguenza che il ricorrente potrà eventualmente depositarla all'udienza fissata dal giudice senza incorrere in decadenze.

Articoli Correlati