19 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO:

  • CARO AVVOCATO:
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ci si chiede spesso cosa succede a quelle persone che finiscono in carcere ingiustamente, vittima di errori giudiziari oppure di false accuse da parte di altre persone. In questi casi si

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ci si chiede spesso cosa succede a quelle persone che finiscono in carcere ingiustamente, vittima di errori giudiziari oppure di false accuse da parte di altre persone. In questi casi si ha diritto al risarcimento del danno. La custodia cautelare in carcere è ingiusta (art.
314, primo comma, c.p.p.: si parla, in merito, di “ingiustizia sostanziale”) quando un imputato all’esito del procedimento penale viene prosciolto con sentenza di assoluzione diventata irrevocabile, ossia riconosciuto innocente: per non aver commesso il fatto; perché il fatto non costituisce reato; perché il fatto non è previsto dalla legge come reato. In proposito, occorre rammentare che, ai sensi dell'art.
314, terzo comma, c.p.p., alla sentenza di assoluzione sono parificati la sentenza di non luogo a procedere e il provvedimento di archiviazione.
La custodia cautelare, inoltre, è illegittima quando è stata subita da un imputato prosciolto per qualsiasi causa, o da un condannato che nel corso del processo vi sia stato sottoposto senza che ne sussistessero le condizioni di applicabilità previste dagli articoli 273 e 280 c.p.p., a prescindere dalla sentenza di assoluzione o di condanna (art.
314, secondo comma, c.p.p.: c.d.
“ingiustizia formale”). La domanda per avviare l’azione deve essere proposta dall’interessato entro due anni presso la Corte d’Appello competente, ossia presso la cancelleria della Corte di Appello nel cui distretto è stata pronunciata la sentenza o il provvedimento di archiviazione che ha definito il procedimento.
Nel caso di sentenza emessa dalla Corte di Cassazione, è competente la Corte di Appello nel cui distretto è stato emesso il provvedimento impugnato.

Articoli Correlati