18 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Emily Blunt

  • LA DONNA DEL GIORNO: Emily Blunt
Emily Blunt?si ? imposta all?attenzione del pubblico internazionale grazie al suo ruolo protagonista nel pluripremiato film inglese My Summer of Love, che le ? valso il premio come migliore esordiente da parte degli Evening

Emily Blunt si è imposta all’attenzione del pubblico internazionale grazie al suo ruolo protagonista nel pluripremiato film inglese My Summer of Love, che le è valso il premio come migliore esordiente da parte degli Evening Standard Film Awards 2004 e una candidatura ai British Independent Film Awards 2004; il film stesso ha vinto come miglior film ai BAFTA 2005. Emily Blunt ha inaugurato la sua carriera al Chichester Festival 2002, dove recitava la parte di Giulietta nella produzione “Romeo and Juliet”.
Il suo debutto sulle scene teatrali londinesi risale alla produzione di “The Royal Family” in cui recitava il ruolo di Gwen Cavendish al fianco di Judi Dench.
Nel 2003 è apparsa sugli schermi televisivi nel ruolo della Principessa Isolda, nel film drammatico per la TV inglese “Boudica” e lo stesso anno ha recitato nell’adattamento televisivo del romanzo di Agatha Christie “Death on the Nile”.
Blunt è quindi apparsa in “Henry VIII”, un dramma televisivo in due parti che documenta il burrascoso regno del re Enrico VIII, durato 38 anni.
Nella fiction l’attrice interpretava la quinta moglie del re, la giovanissima regina Catherine Howard, recitando al fianco di Ray Winstone, Helena Bonham-Carter e Michael Gambon.
Nel 2003 “Henry VIII” ha vinto l’Emmy come Migliore Film per la TV. Gideon’s Daughter, in cui ha recitato con Bill Nighy e Miranda Richardson, è stato girato nell’ottobre 2004.
Il film è stato trasmesso per la prima volta su BBC ONE nel febbraio 2006 ed è apparso su BBC America nell’aprile di quell’anno.
La performance di Emily nel film le è valsa un Golden Globe come Migliore Attrice Non Protagonista in Televisione nel 2007. Sempre nel 2006 ha recitato in The Devil Wears Prada (Il diavolo veste Prada).
Adattato dal popolarissimo romanzo di Lauren Weisberger, nel film Emily recita nel ruolo della nevrotica Emily Charlton, un’assistente di Runway Magazine sempre sull’orlo di un esaurimento nervoso.
Diretto da David Frankel e co-interpretato da Anne Hathaway, Meryl Streep e Stanley Tucci, il film è stato un grande successo, incassando oltre 125 milioni di dollari nei botteghini statunitensi e oltre 320 milioni di dollari in tutto il mondo.
Per la sua performance, Blunt è stata nominata nella categoria di Migliore Attrice Esordiente ai Teen Choice Awards 2006, ed è stata premiata con il Breakthrough Award ai Movieline Young Hollywood Awards 2006.
È stata inoltre nominata come Migliore Attrice Non Protagonista ai Golden Globe e ai BAFTA.
In seguito è stata anche candidata al Rising Star Award dei BAFTA 2007. Nell’agosto 2006 ha iniziato a lavorare in The Great Buck Howard.
Scritto e diretto da Sean McGinly e co-interpretato da Tom Hanks, John Malkovich e Colin Hanks, il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2008 e distribuito negli USA nel marzo 2009.
In seguito ha girato L’amore second Dan, con Steve Carell, Juliette Binoche e Dane Cook.
Il film è uscito negli Stati Uniti nell’ottobre 2007 e in Inghilterra nel gennaio 2008. Emily Blunt ha quindi girato Il club di Jane Austen, con Maria Bello, Frances McDormand, Kevin Zegers e Hugh Dancy, uscito nell’autunno del 2007.
Ha trascorso due mesi ad Albuquerque, nel Nuovo Messico, per girare Sunshine Cleaning.
Prodotto dalla squadra di Little Miss Sunshine, il film è diretto da Christine Jeffs, ed è stato presentato al Sundance Film Festival 2008, a cui ha fatto seguito un’ottima distribuzione nel marzo 2009.
L’attrice è stata nominata al Critic’s Choice Award come Migliore Attrice Non Protagonista.
Ha quindi recitato nel film di Mike Nichols La guerra di Charlie Wilson con Tom Hanks, Julia Roberts e Philip Seymour Hoffman.
Il film è uscito negli USA nel dicembre 2007. In seguito ha girato il film biografico prodotto da Martin Scorsese dal titolo The Young Victoria.
Scritto da Julian Fellowes e diretto da Jean-Marc Vallee, il film, interpretato anche da Miranda Richardson, Jim Broadbent e Rupert Friend, è uscito in Inghilterra nel marzo 2009 ed è stato selezionato per chiudere il Toronto Film Festival 2009, prima della sua distribuzione avvenuta nel gennaio 2010.
Per la sua performance Emily Blunt è stata nominata come Migliore Attrice ai Golden Globe Awards 2010 e nella stessa categoria ai Critic’s Choice Awards. Nel febbraio 2010 è apparsa in The Wolfman, diretto da Joe Johnston, al fianco di Benicio del Toro e Anthony Hopkins.
Contemporaneamente ha doppiato la protagonista femminile del film d’animazione Disney in 3D Gnomeo & Giulietta, mentre James McAvoy ha doppiato Gnomeo.
Diretto da Kelly Asbury, la colonna sonora del film è stata scritta e prodotta da Elton John. Nel dicembre 2010 ha interpretato il ruolo della Principessa Lilliputia nell’adattamento del leggendario romanzo di Jonathan Swift I fantastici viaggi di Gulliver, con Jack Black e Jason Segel.
Nel marzo 2011 è apparsa nel thriller I guardiani del destino, diretto da George Nolfi.
Quello stesso anno ha avuto un ruolo cameo nel film Disney I Muppet. Recentemente l’abbiamo vista accanto a Ewan McGregor, Kristin Scott Thomas e Amr Waked nel film di Lasse Hallstrom Il pescatore di sogni.
Il film è stato presentato al Toronto Film Festival nel 2011 in cui si è rivelato uno degli eventi più apprezzati.
Sempre nel 2011 è stata la protagonista della commedia di Universal Pictures Five Year-Engagement in cui ha recitato al fianco di Jason Segel, Alison Brie, Rhys Ifans e Chris Pratt.
Il film è stato diretto da Nicholas Stoller e scritto da Nicholas e Jason Segel.
Ha inoltre interpretato Your Sister’s Sister, di Lynn Shelton, con Rosemarie Dewitt e Mark Duplass, uno dei film più apprezzati del Toronto Film Festival 2011. Presto vedremo Emily Blunt nella produzione di Doug Liman All You Need Is Kill con Tom Cruise.

Articoli Correlati