22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Keira Knightley

Keira Knightley viene nominata agli Oscar e ai Golden Globe Award per la sua interpretazione nei panni di Elizabeth Bennet nella versione di Joe Wright di Orgoglio e pregiudizio, film della Focus Features tratto dal romanzo di

Keira Knightley viene nominata agli Oscar e ai Golden Globe Award per la sua interpretazione nei panni di Elizabeth Bennet nella versione di Joe Wright di Orgoglio e pregiudizio, film della Focus Features tratto dal romanzo di Jane Austen.
Due anni dopo è nominata ai Golden Globe e ai BAFTA per la sua interpretazione di Cecilia Tallis nel film tratto dal romanzo di Ian McEwan Espiazione, ancora una volta per la Focus Features e la regia di Joe Wright.
Sempre diretta da Wright e per la Focus Film, in autunno la si potrà ammirare nei panni di Anna Karenina, nel film tratto dall’omonimo romanzo di Tolstoj e adattato per lo schermo dallo scrittore e sceneggiatore vincitore agli Oscar Tom Stoppard. L’attrice britannica debutta sul piccolo schermo all’età di 6 anni nel film TV Royal Celebration, diretto da Ferdinand Fairfax.
Tra i suoi successivi lavori per la TV, citiamo telefilm, miniserie e film TV come The Treasure Seekers, per la regia di Juliet May; Coming Home, per la regia di Giles Foster; Oliver Twist; Doctor Zhivago, per la regia di Giacomo Campiotti, e Gwyn - Principessa dei ladri, per la regia di Peter Hewitt, dove interpreta la figlia di Robin Hood. All’età di 10 anni la Knightley debutta anche sul grande schermo, con Intrigo perverso di Patrick Dewolf.
È poi tra le protagoniste di The Hole, di Nick Hamm, al fianco di Thora Birch, e di Pure di Gillies MacKinnon.
La si può vedere anche al fianco di Natalie Portman in Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma di George Lucas. Il film che le regala il primo vero successo è Sognando Beckham di Gurinder Chadha, con cui vince il premio London Critics Circle come Interprete Rivelazione dell’Anno.
È poi apprezzata dal pubblico internazionale nel ruolo di Elizabeth Swann in La maledizione della prima luna, diretto da Gore Verbinski, dove recita al fianco di Johnny Depp, Orlando Bloom e Geoffrey Rush.
Lavora di nuovo con il produttore di quest’ultimo film, Jerry Bruckheimer, per King Arthur di Antoine Fuqua e la si può vedere nel cast di Love Actually – L'amore davvero di Richard Curtis. Di seguito la Knightley gira The Jacket di John Maybury al fianco di Adrien Brody e interpreta una cacciatrice di teste realmente esistita, Domino Harvey, in Domino di Tony Scott prima di riunirsi alla squadra di Pirati dei Caraibi per due sequel: La maledizione del forziere fantasma e Ai confini del mondo, sempre per la regia di Gore Verbinski. Tra i suoi film successivi, citiamo The Edge of Love, sceneggiato dalla madre Sharman Macdonald e dove ritrova come regista John Maybury; Seta di François Girard; La duchessa di Saul Dibb, che le fa guadagnare una nomination come Miglior Attrice agli inglesi BIFA Awards (Premi del Cinema Indipendente); Non lasciarmi di Mark Romanek, che le guadagna un’altra nomination ai BIFA; Last Night di Massy Tadjedin; London Boulevard di William Monahan e A Dangerous Method di David Cronenberg, dove interpreta la psicanalista realmente esistita Sabina Spielrein. Nel dicembre del 2009 debutta sui palcoscenici della West End londinese, al Comedy Theatre con Il misantropo di Molière, messo in scena da Thea Sharrock. Per la sua interpretazione riceve una nomination agli Olivier Awards e al Premio Natasha Richardson degli Evening Standard Awards.
A gennaio del 2011 torna al Comedy Theatre in una versione messa in scena da Ian Rickson de La calunnia di Lillian Hellman. È una sostenitrice di diverse associazioni umanitarie e di beneficenza, tra cui Amnesty International, Comic Relief (a favore dei bambini poveri) e Women’s Aid (contro la violenza sulle donne); e ambasciatrice dell’SMA Trust a favore della ricerca sull’Atrofia muscolare spinale infantile.

Articoli Correlati