21 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Storie di donne. Donne nella storia.

  • Storie di donne. Donne nella storia.
L?Isola del Cinema riserva tre appuntamenti nel mese di Luglio al tema della donna proponendo una rassegna culturale ideata da Rosilde Past? ed Elisabetta Zumpano, che, a partire dal 14 Luglio, si sviluppa attraverso un percorso

L’Isola del Cinema riserva tre appuntamenti nel mese di Luglio al tema della donna proponendo una rassegna culturale ideata da Rosilde Pastò ed Elisabetta Zumpano, che, a partire dal 14 Luglio, si sviluppa attraverso un percorso teatrale, letterario, cinematografico ed artistico.
Il ciclo di incontri si pone l'obiettivo di generare una serie di riflessioni sul ruolo della donna nella società e nella cultura di oggi. Il fine è quello di incoraggiare un dialogo che sia quanto più possibile spoglio di retoriche di sorta, un dialogo dal sapore contemporaneo che sappia onorare la memoria del percorso fatto nel riconoscimento dei diritti, delle conquiste ottenute e delle battaglie vinte dalle donne.
Un dibattito per portare all’attenzione storie di donne che si confrontano con le proprie passioni, desideri e speranze e di quelle che, utilizzando con abile maestria i più disparati mezzi di comunicazione, traspongono nei loro film, nei propri libri e nelle proprie opere tutto il loro mistero di donna. Programma dettagliato Duante la rassegna sarà allestita a cura del CE.S.P.P.
Centro di Supporto Psicologico Popolare "Lino Filipponi" di Roma, la mostra"Donne Insieme" con foto di Sara Bruni, Massimo Colasanti e Rachele Maggi.
Inoltre, verranno esposte sculture di donna dell’artista Mariano Goglia. Sabato 14 Luglio h.
20.30.
Voci di donne…Storie di confine letture di brani tratti da storie di vita di donne immigrate tratte dal Libro “Polvere di sogni”.
A seguire spettacolo di Teatro Forum Quello sporco padrone: come fare per far valere i propri diritti in azienda? Presenta e Anima il Forum: Maria Buccolo.
Recitano:Eleonora Napolitano e Valeria Marchionni.
L’iniziativa è promossa dalla Consulta per l’Integrazione Sociale dei Cittadini Stranieri del Municipio IX in collaborazione con l'associazione culturale La formazione va in scena. h.
21.15.
L’Altravista con Libreria delle donne di Milano presentano il docufilm La politica del desiderio 76’, 2010 di Manuela Vigorita e Flaminia Cardini. La politica del desiderio racconta la storia del ‘femminismo della differenza’, un fenomeno tutto italiano, visto dall’Europa e dall’America come ‘una perla’ della cultura italiana.
Intervengono dopo la proiezione Pina Totaro, Manuela Vigorita e Flaminia Cardini. h.
22.45.
Archivia e il Centro Documentario Alma Sabatini presentano Mi piace vestirmi di rosso: ritratto di Alma Sabatini 43’, 2012 di Laura Valle, ideato da Edda Billi, Paola Mastrangeli e Giovanna Olivieri. Mi piace vestirmi di rosso raccoglie le testimonianze e immagini su Alma Sabatini, prima in Italia ad aver studiato e denunciato l’uso sessista della lingua.
Intervengono dopo la proiezione Edda Billi, Paola Mastrangeli (Centro Documentazione Alma Sabatini) e Giovanna Olivieri (Archivia). Sabato 21 Luglio h.20.30.
Reading.
Donne d’inchiostro.
Partecipano poetesse, scrittrici, attrici ed esponenti del mondo dell’arte e della cultura.
Fra le altre Francesca Caferri (scrittrice e giornalista), Stefania Catallo (counsellor Cespp), Maria Letizia Gorga (attrice) accompagnata dal maestro Stefano De Meo, Maria Leonardi (poetessa) e le persone libro dell'Associazione Donne di carta che presteranno le loro voci e la loro memoria ad alcune pagine di 'A quarant'anni' e 'Come un uccello in volo' della casa editrice Ponte33". h.21.30.
Teatro.
Una notte di Salomè.
Di Emanuele Vacchetto.
Regia Nicoletta Todaro.
Interpreti Michela Aloisi ed Emilia Guariglia con la partecipazione di Francesco Maselli. È una notte buia e tempestosa.
In uno squallido bar di periferia la barista, intenta alle ultime pulizie, impreca contro il marito che dorme ubriaco su un tavolo.
Ad un tratto, come un'apparizione, entra Veronica Lopez, la grande attrice teatrale, alla ricerca dell'ultimo drink.
Di fronte all'uomo praticamente in coma alcolico (e che tale resterà per tutto il tempo), le due donne si raccontano fino a svelare l'una all'altra i più intimi e atroci segreti. Mercoledì 25 luglio h.22.00 Libere, atto unico.
Di Cristina Comencini.
A seguire incontro con C.Comencini e L.Savino. Il testo teatrale“Libere” è il dialogo tra una donna matura e una giovane.
Sono due donne uguali a tante, che non si conoscono ma che iniziano a parlare, intrecciando un discorso che non è affatto facile, né privo di incomprensioni.
Le dividono gli anni e l'appartenenza a orizzonti storici ed esistenziali apparentemente antitetici.
Da una parte c'è una donna adulta, che ha vissuto una grande stagione di battaglie e di protagonismo femminile, quando si conquistarono diritti nuovi ed impensabili, insieme a leggi che cambiarono mentalità, comportamenti e culture.
Dall'altra, una giovane donna che quella stagione non l'ha vissuta, ed ha molte ragioni di malessere e disorientamento.
Vive in una situazione di precarietà, in un paese dove la maternità sembra divenuta un privilegio per poche e il corpo femminile è sottoposto a diktat estetici ossessivi.
La giovane donna si sente derubata del futuro, della possibilità di immaginarlo, ancor prima che di costruirlo. Parlando, circolano valori e saperi.
Le due donne ne escono entrambe arricchite e nasce tra loro un senso di amicizia e comprensione.

Articoli Correlati