La Luffa è una spugna naturale, coltivala in vaso, è semplicissimo se fai così

La luffa è una spugna naturale che risolverà tutti i tuoi problemi! Hai necessità di pulire superfici delicate? Oppure hai tu la pelle troppo sensibile? Ecco il rimedio!

La luffa è una risorsa preziosa, la quale una volta conosciuta, può davvero rivoluzionare in positivo l’intero stile di vita di una persona. Innanzitutto, compirai un viaggio del tutto ecosostenibile, in questo non ci sono dubbi. Perché non solo si tratta di un rimedio naturale economico e pratico, ma è utilizzabile davvero in più contesti. Quello più inaspettato è per la tua casa, ma anche la pelle potrebbe ringraziarti, ecco perché e come coltivarla senza sprechi in casa e in modo facile.

luffa risolve problemi
fonte: Che Donna e Canva

La luffa come già accennato, è una spugna naturale. Questa appare come un oggetto molto curioso, la superficie è un po’ ruvida, ma la consistenza è quella di uh batuffolo di cotone più consistente. Insomma, è unica e proviene da una particolare tipologia di zucchina.

Quindi, iniziamo con il dirti che se te la regalano non storcere il naso, ma ringraziali perché avranno compiuto un gesto ricco di benefici, perché questa spugna è un toccasana per la salute e per la tua abitazione.

Se hai superfici delicate, o anche vuoi prenderti cura di te in modo ecosostenibile, ti basta sfruttare le proprietà di questa spugna. Per coltivarla non ci sono segreti, anzi ti sveliamo noi dei suggerimenti a dir poco impeccabili.

Segui le indicazioni, e vedrai che la tua spugna di luffa diventerà la tua migliore alleata.

La luffa risolve ogni situazione, ecco come puoi coltivarla

Protagonisti assoluti sono i semi di luffa, i quali si trovano facilmente in negozi specializzati, ma anche nelle erboristerie più grandi e con tanti prodotti. Si tratta di un rimedio unico, di cui non potrai più fare a meno. Soprattutto è così facile coltivarla che anche un’inesperta come te che fa morire tutte le piante può farcela! Non ci credi? Ecco cosa dovrai fare e come ottimizzare tempi e risultato.

luffa trucco
fonte: canva

Acquista i semi di luffa e mettili in ammollo per circa 12 ore. Passato il tempo, prediligi il periodo adatto, forse la primavera è il migliore, ma alla fine puoi farlo quando vuoi. Dopo aver imbrumato d’acqua i semi, dovrai interrarli e annaffiarli, perché piano piano germoglieranno.

Ti conviene metterne almeno 10, perché non tutti sono resistenti e ce la fanno a sopravvivere. Così, da questo momento in poi te ne prenderai cura, come? Passato un mese e mezzo circa, quasi due a volte, i semi sopravvissuti saranno diventati delle piantine, e così puoi scegliere due opzioni.

La prima è quella di piantarle nell’orto, ma a distanza di almeno 50 cm dalle altre coltivazioni, per non comprometterne la riuscita e la possibile contaminazione. Oppure se non hai un orto o un giardino vasto, va bene un vaso profondo 40 cm e largo 30.

Nel secondo caso, sarebbe ottimale versare un po’ di ghiaia alla base, poi mettere il terriccio ed interrare. C’è da ricordarsi di acquistare anche del bambù o comunque un sostegno valido, perché la luffa è una pianta rampicante. In questo modo, crescerà in bellezza!

Va annaffiata abbondantemente ogni giorno, perché necessita di molta acqua. Per i più abili è possibile anche acquistare la zucca e aspettare che da verdina diventi marrone, dopo l’effetto dell’essiccazione naturale al sole. Così, verranno fuori i tuoi personalissimi semini.

Alla fine del percorso, dalle piantine verranno fuori le spugne dalla consistenza e aspetto sopra indicato. Usale per lavare i piatti senza inquinare, o anche sulla tua pelle, sono la risposta a tutti i problemi! Fidati, è una tipologia di spugna di cui non potrai più fare a meno.