Scegli il luogo che preferisci meno e scopri il tuo trauma adolescenziale

Il test del trauma adolescenziale è qui per aiutarci a capire che cosa ti ha colpito negativamente quando eri più giovane. Sei pronta a scoprirlo?

A tutti, purtroppo per noi, è capitato di sperimentare avvenimenti od eventi traumatici nella nostra vita.
Qualcuno li deve incontrare presto e qualcun altro (più fortunato) più tardi, quando ormai è adulto ed in grado di affrontarli meglio.
Altre persone ancora arrivano all’età adulta convinti di non aver mai sperimentato nessun tipo di trauma nella vita: chissà se è vero!

test del trauma adolescenziale
(fonte: CheDonna – realizzata su: Canva)

Il nostro test della personalità di oggi si vuole concentrare di più sui tuoi anni adolescenziali. Cerchiamo di scoprire insieme se è successo qualcosa che ha cambiato la tua percezione della vita e di come vada affrontata.
Ti va di metterti in gioco?

Test del trauma adolescenziale: dicci quale luogo ti piace di meno e scopriamo cosa ti è successo

No, tranquilla: non vogliamo assolutamente metterti a disagio o cercare di estorcerti qualche informazione sul tuo passato che non hai voglia di condividere con noi!
Purtroppo a quasi tutti è capitato di vivere degli avvenimenti traumatici nella propria vita, che ci hanno portato a comportarci in una determinata maniera.
Oggi abbiamo pensato di proporti un test della personalità che ci aiuti a capire se, quando eri un adolescente, ce n’è stato qualcuno che ti ha influenzato più degli altri!

F(to)

Il test del trauma adolescenziale, infatti, ti chiede di dirci solo quale, tra questi quattro luoghi che vedi rappresentanti nell’immagine qui sopra, è quello che ti piace di meno.
Puoi prenderti tutto il tempo che ti serve e ragionarci sopra con calma, ricordando che non ti stiamo chiedendo di dirci se in uno di questi posti ti è accaduto qualcosa che consideri traumatico.
Vogliamo solo sapere, a pelle, quale tra questi luoghi non ti piace proprio: c’è il salotto di una casa, un paesaggio libero e naturale, un autobus affollato ed una finestra dalla quale puoi guardare fuori.
Allora, sei pronta a scoprire che cosa ti influenza veramente grazie al test del trauma adolescenziale?

  • l’interno di casa: nel test del trauma adolescenziale hai deciso di scegliere l’interno di una casa? Senza sapere se fosse la tua o quella di altre persone, la tua scelta è decisamente interessante.
    Il trauma adolescenziale che hai vissuto potrebbe essere legato a te in prima persona. Forse si tratta di qualche cosa che ha a che vedere con la tua prima scoperta dell’amore e dei sentimenti (di qualsiasi tipo, anche non romantici) o, comunque, ti mette sul palcoscenico del tuo trauma.
    Qualsiasi cosa sia successa (genitori che si separano, migliori amici che ti tradiscono, primo amore che si rivela una farsa) questo avvenimento ha avuto un profondo impatto su di te.
    Non ti senti al sicuro “ingabbiato” ma cerchi sempre di vivere libero e felice, lontano dalle costrizioni sociali entro le quali ci tocca condurre le nostre esistenze.
    Qualsiasi cosa ti sia successa, è importante trovare il modo di affrontarla per poter guardare lucidamente alla tua vita attuale! (Magari puoi provare con il test delle paure in amore: ti aiuterà a capire di che cosa potrebbe trattarsi!).
  • un paesaggio naturale: la tua scelta ci dice che non ti trovi estremamente a tuo agio nei paesaggi naturali, qualunque essi siano. Mare, campagna e montagna non hanno per te nessun tipo di attrattiva. Preferisci trovarti nei luoghi dove sei sempre nato o vissuto e che sono ben lontani dall’elemento naturale.
    Il tuo trauma adolescenziale ha a che vedere quasi sicuramente con qualcosa che non hai potuto vedere che di cui hai visto le conseguenze.
    Forse qualcuno che si è sentito male e del quale hai visto solo l’ambulanza venire a prenderlo o volanti della polizia sul luogo di un crimine di qualsiasi entità.
    Ti è rimasta una sensazione di disagio quando ti trovi troppo esposto, all’aperto, pronto a subire qualcosa che non hai visto e che non sai cosa potrebbe essere.
  • l’autobus o il mezzo pubblico affollato: sarebbe facile dirti che il test dei traumi adolescenziali ci dice che non ti trovi a tuo agio in mezzo alla gente perché ti è successo qualcosa. In realtà, quello che ci svela la tua scelta, ha più a che vedere con un trauma di cui sei stato spettatore. Hai visto qualcuno fare qualcosa di brutto ad altre persone mentre tu eri ridotto all’impotenza. Forse hai visto una rapina oppure una molestia magari proprio su un mezzo pubblico. Precisamente non possiamo dirti che cosa è successo ma sappiamo che il fatto che tu abbia visto succedere qualcosa di brutto ad altre persone durante i tuoi anni adolescenziali ti ha profondamente cambiato.
    Adesso hai paura, una vaga sensazione di minaccia, quando ti trovi in mezzo ad altre persone. Non sai mai se potrebbe succedere lo stesso a te!
  • al davanzale di una finestra: il tuo trauma, almeno secondo il test del trauma adolescenziale, ci parla di qualcosa che hai vissuto “a posteriori”.
    Non ti piace l’idea di poter dominare dall’alto una situazione, di poterne vedere gli sviluppi anche se non ti riguardano direttamente. (A questo riguardo, forse, ti farebbe bene provare anche il test delle reazioni, in grado di dirti perché ti comporti in una determinata maniera).
    Sei una persona che ha sofferto, forse, per qualcosa successo a qualcun altro e di cui hai saputo tutto solo molto dopo. In questa descrizione puoi assolutamente inserire anche gli avvenimenti mondiali, quelli che scuotono l’opinione pubblica.
    Grandi tragedie o situazioni che hanno un grosso impatto sulla psiche di tutti possono risultare particolarmente traumatici per persone sensibili o impressionabili.
    Da un lato puoi esserne felice: vuol dire che il trauma peggiore che hai dovuto affrontare da adolescente è quello di altre persone! Dall’altro, ovviamente, è meglio che trovare una soluzione per la tua sensibilità estremamente sviluppata. Ormai è capace di “bloccarti” anche quando non stai soffrendo in prima persona.

Questi test devono essere considerati un passatempo per esplorare alcuni lati della propria personalità ma non possono in alcun modo sostituire un’analisi valida e completa dal punto di vista psicologico.