Tutti ne parlano ma nessuno ti spiega cos’è: cerchiamo di capire meglio insieme cosa sia il poliamore

poliamore
(fonte: Unsplash)

Poliamore: è sulla bocca di tutti meno di qualcuno che ti spieghi obiettivamente che cos’è. Che ne dici se cerchiamo di capirlo meglio insieme?

Ehi, non c’è niente di male ad ammettere di non conoscere qualcosa. Dopotutto anche Socrate, il filosofo dei filosofi, ammetteva candidamente di sapere di non sapere.
Ora: siamo tutti ben lontani dall’assomigliare a Socrate (barba e tunica a parte), di questo siamo sicuri.

Non c’è nulla di male, però, a seguire il suo esempio e ad ammettere che a volte ci sembra proprio di non capirci più nulla.
Tra vari orientamenti sessuali e nuova “fluidità“, può succedere di confondersi (oltre che di fare qualche figuraccia).
Proviamo a capire meglio insieme che cosa sia l’amore fra più persone (senza per questo doverlo sperimentare se non ci va!).

Poliamore: capiamolo meglio insieme (più o meno)

poliamore
(fonte: Unsplash)

Partiamo subito da un presupposto importante: per conoscere a fondo qualcosa non basta di certo un articolo!
Conoscere persone che hanno relazioni poliamorose oppure parlarne con persone che abbiano titoli ed esperienza convalidata è sicuramente la scelta migliore quando si tratta di volersi documentare.

Sappiamo benissimo, però, che Internet è il più grande motore di ricerca per le domande che ci vergogniamo a fare (ed anche quelle di cui non ci vergogniamo) e che, quindi, potresti aver cercato la risposta alla tua curiosità sul poliamore qui.
Cerchiamo di capire meglio almeno che cosa possa voler dire questa parola ed anche come funziona!

LEGGI ANCHE –> Quali sono le domande più cercate su Google riguardo l’amore fisico? Scopriamole (insieme alle risposte)

Iniziamo immediatamente dalle basi: che cosa vuol dire la parola “poliamore”?
Come quasi tutti i nostri termini di uso comune, questa parola è formata da due termini, uno latino ed uno greco.
Poly“, dal greco antico “molti” (termine di uso comunque quando si parlava delle città) ed “amor“, dal latino “amore“.
Pensate che anche l’Accademia della Crusca l’ha certificata come parola e che dal 2018 si trova anche sui dizionari, con la definizione: “possibilità o pratica di intrattenere più di una relazione intima (sessuale e/o sentimentale) contemporaneamente, con il consenso esplicito di tutte le persone coinvolte

In America, l’associazione Polyamory Society definisce il poliamore come “La filosofia e la pratica non possessiva, onesta, responsabile ed etica di amare più persone contemporaneamente“.
Insomma, abbiamo capito: la parola definisce tutte quelle relazioni dove non si è solo in due! La particolarità, però, è che il poliamore è una pratica onesta, trasparente e dichiarata: tutti i membri della relazione sanno di essere in un rapporto con più partner, sanno quante persone ci sono ed anche che cosa succede.

Decisamente meglio del “classicotradimento, non ti pare?

Come funziona una relazione poliamorosa

Più facile chiederselo che, ovviamente, capirlo: come funziona una relazione poliamorosa?
Di certo, e come per tutte le relazioni, ognuna è diversa, unica e particolare.
Sono le persone (e non il tipo di relazione che hanno) a stabilire il tono del loro rapporto, non trovi?

In ogni caso è importante ricordare che il poliamore prevede che la relazione non sia “semplicemente” una relazione aperta (dove è magari l’aspetto intimo a prevalere).
Il poliamore è un rapporto dove ci sono legami sentimentali tra più persone, che coincidono e si intrecciano.
Insomma: può diventare anche molto complicato!

LEGGI ANCHE –> Cinque modi per capire se la vostra è una vera relazione oppure un flirt: quanto siete sicuri del vostro amore?

Ci sono relazione poliamorose che hanno una “gerarchia” (con un partnerprincipale” ed uno “secondario“) e relazioni poliamorose dove, invece, tutti i partner sono sullo stesso livello.
L’importante è che tutti siano a conoscenza della presenza degli altri e anche di che tipo di rapporto intercorre tra di loro.
Nell’ambito di una relazione poliamorosa si può andare a primi appuntamenti, sia da soli che magari insieme: insomma, niente è nascosto e tutto è alla luce del sole.

Questo, però, non vuol dire che si faccia tutto insieme, anzi!
Ogni relazione poliamorosa può decidere per sé, ovviamente, ma la maggior parte dei rapporti (sia intimi che anche semplicemente sociali) si consumano a due.
Insomma: quello che viene messo in discussione (per davvero) dalle relazione poliamorose è lo stigma sociale dell’avere un solo partner romantico per tutta la vita.

poliamore
(fonte: Unsplash)

Il poliamore, infatti, prevede relazioni significative con più persone ed avalla (finalmente) la possibilità di provare sentimenti per diversi individui nello stesso momento senza vergogna.
Che ci volete fare: a volte capita!

In questo momento, a quanto pare, in America ci sono più di 4 milioni di persone coinvolte in una relazione di poliamore seria e continuativa.
Di certo, quindi, le nuove generazioni hanno deciso di provare ad abbracciare questo percorso.

Magari un articolo solo non basta di certo a spiegare un mondo intero: però può essere abbastanza per incuriosirti e magari provare a capirne di più.
(E adesso, quantomeno, non devi più far finta di sapere di che cosa si parla!)