Ormone dell’amore che aiuta i rapporti intimi: che cos’è e come svilupparlo

Hai mai sentito parlare dell’ormone dell’amore? Si chiama ossitocina ed aiuta sia le interazioni sociali che il parto ed il travaglio.

ormone dell'amore
(fonte: Pexels)

Sapevi che esiste un ormone speciale, che ci aiuta ad essere… più innamorati?

Si chiama ossitocina ed è un ormone che agisce e viene prodotto dal nostro cervello ed è il responsabile di moltissimi dei nostri comportamenti assurdi!

Hai mai sentito un desiderio inestinguibile per il partner? Ti sei mai messa in qualche situazione “scomoda” pur di fare l’amore?
La colpa è tutta dell’ossitocina!

Ormone dell’amore: ecco che cos’è l’ossitocina e perché è così importante per i nostri rapporti

ormone dell'amore
Foto da AdobeStock

Per fortuna, ultimamente, la corte di Cassazione si è espressa riguardo ai rapporti intimi in ascensore e, quindi, non hai di che preoccuparti.
O quasi!

L’ossitocina, infatti, è un ormone decisamente “ingombrante”, responsabile di tantissimi nostri comportamenti… poco edificanti!
Per anni è stato considerato l’alleato perfetto delle donne durante il parto ed il travaglio: servirebbe, infatti, a promuovere l’attaccamento e la coesione.
Oggi, però, abbiamo capito che è fondamentale anche per l’attrazione fisica e per il rapporto con il partner!
Insomma, si riduce tutto ad una questione di… chimica!
Vera e propria!

Quando hai a che fare con qualcuno il cui unico pensiero sembra essere quello di fare l’amore, vuol dire che stimoli nell’altra persona la produzione di ossitocina.
A quanto pare, infatti, l’ormone dell’amore arriva a metterci veramente in situazioni difficili da gestire!
Farebbe cadere tutte le inibizioni e ci renderebbe più spregiudicati ed intraprendenti durante i rapporti intimi.
Non solo!
Spesso, infatti, è il responsabile di numerose performance sessuali al limite del legale.
Insomma, è un vero e proprio agente che influisce sulle nostre vite!

Tra le altre cose, l’ossitocina regola anche come ci rivolgiamo al partner: sarebbe lei la responsabile delle litigate più o meno accese o delle incomprensioni più grosse.
Ci fa, letteralmente, perdere la testa!

Uno studio ha infatti sottoposto due gruppi diversi (senza patologie, malattie pregresse e non fumatori) ad un test.
Un gruppo ha “inalato” dell’ossitocina mentre l’altro un placebo.
Dopo soli 90 minuti dalla somministrazione, il gruppo che aveva inalato l’ossitocina presentava individui più rilassati.
I tratti “calorosi” del loro carattere erano accentuati, le persone si sentivano felici e non nervose, aperte a nuove esperienze.
L’ormone dell’amore li aiutava a percepire meglio i visi altrui, indovinando in maniera più precisa le emozioni degli altri.
Una vera bussola delle emozioni!

Ma la storia non finisce qui: a quanto pare, infatti, l’ossitocina è l’ormone responsabile della fedeltà.
Visto che influisce su tutti i nostri rapporti, sia amichevoli che sentimentali, l’ossitocina è la responsabile anche degli atteggiamenti “virtuosi”.
Vi avevamo già detto qui quale sia l’età più a rischio per il tradimento sia per gli uomini che per le donne.
Ebbene, chi si trova sotto l’effetto dell’ormone dell’amore non deve avere di queste paure!
Pare, infatti, che l’ossitocina aiuti tutti coloro che si trovano in una relazione monogama ad “evitare” i possibili pericoli.
Non solo il nostro cervello è più orientato verso quelle situazioni nelle quali ci troviamo con un compagno stabile ma siamo anche in grado di rilevare meglio le intenzioni degli altri.
Chi è sotto l’influsso dell’ossitocina, quindi, sarebbe un partner migliore.

Non solo nella vita di tutti i giorni: anche a letto!

Per tutti i motivi sopra indicati (ma anche per tanti, tanti altri), l’ossitocina è la responsabile di rapporti intimi più frequenti e duraturi.
Vero, vi avevamo già detto quante volte bisognerebbe fare l’amore per essere felici ed anche quanto dovrebbe durare un rapporto sessuale secondo la scienza.
L’ossitocina, però, è un insospettabile alleato che ci aiuta ad avere rapporti intimi migliori.
Sorge, quindi, spontanea la seguente domanda.

Come si stimola l’ossitocina? Ecco alcuni consigli per rapporti intimi migliori

ormone dell'amore
(fonte: Pexels)

Capezzoli, genitali e ricettori naturali della pelle.
L’ossitocina si sviluppa dal nostro corpo anche durante i rapporti sessuali e ci aiuta a raggiungere orgasmi potenti e migliori. 
(A proposito, se ancora non sapete come raggiungere e prolungare l’orgasmo femminile e quello maschile trovate nei nostri articoli una piccola guida.)

Ma non possiamo passare la vita a fare l’amore!
Come sviluppare, allora, l’ossitocina anche se non siamo sotto le lenzuola?
Ecco alcuni suggerimenti.

  • con il cibo! Vi avevamo già parlato dei cibi che aiutano ad aumentare l’intimità in questo articolo. Ricordatevi di aggiungere melograno, vaniglia, miele e mandorle alla lista dei cibi da mangiare spesso e avrete fatto il pieno di ossitocina!
  • fare yoga o molti massaggi: il movimento fisico, lento e controllato, aiuta molto il nostro corpo a produrre autonomamente l’ossitocina.
    Ogni volta che sudate sul tappetino yoga in una posizione assurda e che vi sembra difficilissima pensate che il risultato lo vedrete anche e soprattutto… a letto!
  • fior di loto o spray: esistono in commercio spray all’ossitocina che, però, attualmente in Italia non sono disponibili.
    Il fior di loto è un ottimo sostituto: se il suo odore vi piace non ci vorrà nulla a comprare la fragranze e lasciare… che vi inondi!
ormone dell'amore
(fonte: Pexels)

Di trucchi per migliorare la nostra sessualità ed intesa con il partner ce ne sono a bizzeffe.

Proverete ad usare l’ossitocina e la chimica?