Luigi di Maio sul covid: necessario un equo accesso del vaccino.

0
99

Il ministro degli esteri Luigi di Maio ha rilasciato alcune dichiarazioni circa il vaccino e lo scenario internazionale che si prospetta esserci.

Movimento Cinque Stelle, Stati Generali: oggi si decide la data (Getty Images)
Movimento Cinque Stelle, Stati Generali(Getty Images)

Sul panorama estero con il ministro ci eravamo lasciati alle offese della Germania a cui lui aveva risposto a tono circa i coronabond.

Da allora la pandemia ha portato a non poche difficoltà per il governo che ha dovuto fronteggiare la più grande emergenza sanitaria degli ultimi anni.

Il covid non è di certo cosa facile da gestire e gli appelli si sono susseguiti molteplici nel tempo e fra le varie azioni messe in campo dal governo siamo giunti ad oggi.

Lo stato di emergenza è stato prolungato e le difficoltà come sappiamo ci saranno ancora, ma assieme lottiamo per uscirne.

Il ministro degli esteri Luigi Di Maio a proposito del vaccino si è lasciato ad alcune dichiarazioni circa il suo ruolo da ministro mentre sui social ha ricordato l’importanza dell’utilizzo della mascherina in una fase così delicata.

La pandemia e le disuguaglianze: le dichiarazioni di Di Maio

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La mascherina ha salvato tantissime vite umane. Chiedetelo ai medici o agli infermieri che l’hanno indossata, e continuano a farlo, anche per 14-16 ore consecutive. Quante foto di visi segnati dalle mascherine abbiamo visto? Ma quelle mascherine hanno salvato la vita di quelle persone e di chi gli stava attorno. Oggi il Consiglio dei ministri ha esteso lo stato di emergenza. Ci sarà da domani anche l’obbligo di mascherina all’aperto tranne che in alcuni casi specifici. Vi chiedo di usarla. Non è un gioco. Se siamo usciti dal lockdown, se abbiamo superato settimane dure, è stato grazie all’impegno dei cittadini. Alla vostra serietà, alla vostra responsabilità. Ripeto: non dimentichiamo quanto abbiamo sofferto. Non vanifichiamo gli sforzi fatti. In tanti Paesi esteri i contagi e le vittime continuano ad aumentare in maniera drastica. In Italia il virus è presente, i numeri stanno aumentando, ma stiamo riuscendo a contenerlo. Non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia proprio ora. Rimaniamo uniti.

Un post condiviso da Luigi Di Maio (@luigi.di.maio) in data:

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio intervenendo al Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 alla Farnesina, promosso dallASviS, si è espresso su quelle che sono le intenzioni per la lotta al covid.

La prima sfida è sconfiggere il Covid con la ricerca medica, velocizzando la ricerca e lo sviluppo sul fronte delle terapie e del vaccino, e assicurarsi una sua “equa e universale” distribuzione. Ha dichiarato il ministro degli esteri.

Sempre nel suo intervento il ministro ha dichiarato che difendere la salute degli altri è giusto ma significa anche difendere la nostra salute, ricordando che l’Italia è in campo per far sì che venga garantito un “equo accesso del vaccino a 92 Paesi a medio e basso reddito.

La figura più popolare del Movimento Cinque Stelle, che si avvia agli stati generali, si è poi dato ad una ulteriore dichiarazione sulla pandemia.

“ha dilatato disparità e diseguaglianze, messo in discussioni i processi di sviluppo e inasprito le fragilità”,  ha detto il ministro degli Esteri che ha citato l’aumento della povertà.

Infatti purtroppo 71 milioni di persone povere in più rispetto all’inizio del 2020 sono quanto si evince dai dati emersi.

Quest’ultimo importante e spaventoso dato, assieme alla crescita dell‘insicurezza alimentare, rappresenta alcune tra le sfide principali da affrontare.

 


Per Luigi di Maio, appena reduce dal referendum sul taglio dei parlamentari e dalle amministrative che si sono tenute in piena pandemia, le sfide sul piano internazionale sono tante. Seguiranno aggiornamenti.