Achille Lauro chi è: età, altezza, carriera e vita privata

Fonte: Instagram @achilleidol

Achille Lauro chi è?  Tutto quello che c’è da sapere tra età, carriera, vita privata e esperienze a Sanremo

Lauro De Marinis, in arte Achille Lauro, è un rapper italiano di 28 anni nato a Roma l’11 luglio 1990. Cresce nella periferia della capitale, nel popolare quartiere di Conca d’Oro, dove purtroppo trascorre un’infanzia difficile. All’età di 14 anni si vede costretto ad andare a vivere con il fratello maggiore poiché i suoi genitori cambiano città.
Proprio grazie al fratello, produttore del collettivo romano Quarto Blocco, Achille si avvicina alla musica e inizia a salire su diversi palchi. Il suo nome d’arte nasce dall’associazione del suo nome Lauro all’armatore campano Achille Lauro.

Nome d’arte: Achille Lauro
Data di nascita: 11 luglio 1990
Età: 28 anni
Segno zodiacale: Cancro
Professione: Rapper/Trapper
Luogo di nascita: Roma
Altezza: 182 cm
Peso: 72 kg
Account social: YouTube Instagram, Facebook, Twitter,
Sito Web: http://www.achillelauro.net

Achille Lauro: vita privata 

Achille Lauro è fidanzato con una ragazza di nome Francesca, mora e piena di tatuaggi e trucco evidente. Il fatto che sia fidanzato lo ha confermato il diretto interessato durante l’intervista doppia rilasciata per ‘Le Iene’ a dicembre del 2018. Infatti quando gli chiedono: “Per essere felici quante volte a settimana bisogna avere rapporti con il partner?” lui risponde così: “La mia fidanzata non mi vede mai, quando mi acchiappa giustamente si rifà”.  Successivamente al Festival di sanremo del 2019 sono stati paparazzati dalla rivista Spy in atteggiamenti affettuosi.

Achille Lauro: Tatuaggi e piercing

Fonte: Instagram @achilleidol

Achille Lauro ha veramente molti tatuaggi, il suo copo ne è praticamente colmo, dal viso ai piedi. I suoi tatuaggi catturano molto l’attenzione dei fan ma quelli che maggiormente colpiscono sono quelli sul volto ovvero un cuore e due scritte in lingua straniera. Oltre a questi, però, ce ne sono altri di dimensioni davvero esorbitanti come il drago che sputa fuoco e la macchina con le palme sull’addome. Inoltre ha tatuato il volto di una tigre sul dorso della mano, la scritta “Pain” sul dorso del piede. Ma ci sono davvero tanti altri, inoltre Achille ha un piercing all’orecchio destro ed è solito avere sempre lo smalto nero alle mani.

Achille Lauro: carriera musicale e televisiva

Fonte: Instagram @achilleidol

Achille Lauro inizia la sua carriera nel mondo della musica intorno al 2012 quando pubblica il suo primo mixtape dal titolo Barabba. Due anni dopo entra nell’etichetta discografica Roccia Music con la quale pubblica subito l’album ‘Achille Idol immortale’ nel quale sono collaborazioni con artisti come Gemitaiz, Coez, Marracash e tanti altri.
A distanza di quattro anni dall’ingresso nella sua prima etichetta discografica, Achille Lauro decide di abbandonare per crearne una propria: la No Face. Con quest’ultima produce il suo terzo album e inizia la collaborazione con Boom Doms.

Nel 2017 arriva finalmente il contratto con la Sony grazie alla quale il 22 giugno esce il suo quarto album Pour L’Amour, che contiene anche il singolo Thoiry Remix (Samba Trap Vol.3 – Mitraglia Rec) molto in voga in questo periodo. Sempre nel 2017 il cantante partecipa a Pechino Express in coppia con Boom Doms, pseudonimo di Edoardo Manozzi. I due formano la coppia dei Compositori e si aggiudicano il terzo posto. Successivamente arrivano anche altri grandi risultati come ad esempio la partecipazione al concerto del Primo maggio nel 2018. Nello stesso anno Achille Lauro ha realizzato un pezzo con Anna Tatangelo. Non un brano a caso, ma il remix della più grande hit di lei, Ragazza di periferia. Nel 2019 esce il suo primo libro dal titolo Io sono Amleto.

Achille Lauro: a Sanremo con Rolls Royce

ospiti Sanremo

Nel 2019 Achille Lauro sale per la prima volta sul palco del Festival di Sanremo, per lui questa esperienza è “un esame universitario in diretta tv. Cantare con un’orchestra di 60 elementi è un’esperienza incredibile, una magia. Siamo gente abituata ai concerti dove ti tirano le cose addosso”. Gareggerà al festival con il brano Rolls Royce (di L. De Marinis – D. Petrella – D. Dezi – D. Mungai – E. Manozzi.) ma non si tratta di una canzone d’amore e nemmeno un pezzo trap. “Il testo mette assieme alcune fotografie di icone della musica e dello stile di varie epoche. Musicalmente è un esperimento che rievoca gli anni ’70 e ’80, una cosa che nemmeno i fan si aspettano. È bello frizzante, quasi rock’n’roll. Piacerà ai pischelli, ma anche alle persone più grandi perché non è vero che mi seguono i bambini. Il nostro pubblico è vasto, la fetta più grande va dai 16 ai 25 anni, è gente col cervello”.

Achille Lauro a Sanremo 2020

achille lauro
Achille Lauro – Screenshot da video

A febbraio 2020, Achille Lauro partecipa al Festival di Sanremo 2020 con il brano Me ne frego portando sul palco del teatro Ariston look studiati nei minimi dettagli e che hanno diviso critica e pubblico. Con il brano sanremese, Achille Lauro scale le classifiche conquistando una fetta sempre più importante di pubblico.

Il 17 febbraio 2020, Lauro annuncia il proprio ingresso nell’etichetta Warner Music Italy, da cui riceve anche la nomina a Chief Creative Director per la sussidiaria Elektra Records, divenendo il primo artista italiano ad ottenere tale incarico e il 24 luglio esce il sesto album dell’artista 1990.

Achille Lauro ha anche pubblicato un libro dal titolo “16 marzo”.