Coronavirus | Luigi Di Maio dalla d’Urso: “Abbiamo donato il nostro stipendio”

Coronavirus | Luigi Di Maio ospite di Barbara d’Urso ha rivelato che lui e i membri del Movimento 5 stelle hanno donato i loro stipendi al fine di contrastare l’emergenza sanitaria nel nostro paese

Luigi Di Maio a Live Non è la d'Urso
Di Maio, d’Urso (Screen)

Luigi Di Maio, in collegamento a Live Non è la d’Urso, ha risposto ad ogni dubbio o quesito della padrona di casa in merito all’emergenza del coronavirus in Italia.

Barbara d’Urso gli ha chiesto se è vera o meno la voce che il Movimento 5 Stelle avrebbe donato 3 milioni di euro alla protezione civile, al fine di contrastare l’emergenza sanitaria nel nostro paese. Il Ministro ha preferito non rivelare la cifra esatta, “Ognuno ha donato quanto poteva”, ma ha confermato che lui e i membri del Movimento hanno scelto di donare il loro stipendio al fine di poter tutelare la salute degli italiani che risultano positivi al coronavirus.

Luigi Di Maio e i membri del Movimento 5 Stella hanno donato il loro stipendio al fine di acquistare qualsiasi prodotto possa risultare necessario a contrastare quest’emergenza.

Leggi anche:

Coronavirus | Avanti un altro sospeso: la reazione di Bonolis spiazza

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Coronavirus | Luigi Di Maio a Live Non è la d’Urso: “Presto 5 milioni mascherine”

Il Ministro Luigi Di Maio da Barbara d’Urso ci ha anche tenuto a tranquillizzare tutti gli italiani, affermando che presto arriveranno ben 5 milioni di mascherine, visto che sono diventate praticamente impossibili da trovare, ma non solo. Il Ministro degli esteri ha confermato che presto arriveranno anche dei ventilatori polmonari, strumenti indispensabili per tutte quelle persone che sono costrette ad essere intubate negli ospedali. Vista anche la difficoltà che stanno avendo tutti gli operatori sanitari, di recente è arrivata anche la testimonianza di un anestesista di Bergamo.

Luigi Di Maio a Live Non è la d’Urso sul coronavirus ha anche rivelato che presto verranno denunciati ai vertici europei tutti quei paesi che impediscono l’ingresso delle merci nel nostro paese, come i 19 milioni di mascherine bloccate, che con la scusa del passaggio doganale si impossessano in maniera impropria degli strumenti utili al fine di contrastare l’emergenza nel bel paese.

Leggi anche:

Coronavirus | Domenica In sospesa | Annuncio di Mara Venier

A Live Non la d’Urso, Di Maio ha anche confermato che presto verranno annunciati anche i provvedimenti pensati per il sostegno delle famiglie italiane.