Home Coppia Coppia | Confessare o no un tradimento? Il decalogo della confessione

Coppia | Confessare o no un tradimento? Il decalogo della confessione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:23
CONDIVIDI

Coppia | Confessare o no un tradimento? Il decalogo della confessione: le 10 cose da sapere prima di confessare al partner una “scappatella”

scoprire un tradimento
confessare o no un tradimento (Istock)

Il dilemma di molte persone fedifraghe: “Confessare o no un tradimento?”. La domanda per alcuni può risultare ovvia, si confessa tutto e sempre ma solo per alleggerire la propria coscienza, non certo per far del bene al partner – questo mai. Alcuni, invece, tra i più incalliti Don Giovanni, preferiscono negare sempre l’evidenza! Ma cosa è meglio fare? E’ giusto confessare un tradimento extraconiugale o, è meglio tacere e far finta di nulla? La risposta è controversa, sempre, ma prima di prendere una qualsiasi decisione è bene conoscere il decalogo della confessione, cioè le 10 cose da sapere prima di confessare al partner una “scappatella”, che essa sia fugace o importante. Un articolo uscito sul sito web del “Times” di Londra, sembra sdoganare la filosofia del silenzio, anche se, ricorda il quotidiano inglese, vi sono casi estremi in cui e’ sempre meglio confessare l’adulterio. Se si confessa al proprio partner un adulterio ci si libera la coscienza dai sensi di colpa ma, poi, la vita diventa un inferno in terra! Insomma, allora cosa è meglio fare? Scopriamo subito partendo proprio dal decalogo della confessione

Potrebbe interessarti anche: L’identikit dell’infedele scoperto dalla Scienza | Lo studio

Confessare o no un tradimento? Le 10 cose da sapere prima di “parlare”

tradimento coppia
confessare o no un tradimento (Istock)

Alla fine prima di “vuotare il sacco” ogni fedifrago pentito dovrebbe pensare a ciò che va incontro e ricordare queste 10 importanti verità:

1. Si tradisce il partner di meno di quanto si pensa

tradimento on line
confessare o no un Tradimento (Istock Photos)
Essere infedeli non e’ una cosa comune come tante persone credono. Una ricerca del 2006 condotta dalla Bbc su un campione di 46.000 persone rivela che solo un marito su cinque e una moglie su dieci hanno tradito il proprio consorte durante la loro vita matrimoniale. Messaggio sottinteso: Non cercate di salvare il rapporto di coppia con la falsa verità che tutti tradiscono.

2. Confessare un adulterio non sempre ripaga

coppia che litiga
confessare o no un tradimento (Istock)
Se durante un viaggio di lavoro si commette eccezionalmente un adulterio e il proprio partner non ha modo di scoprirlo, chi vuole preservare il proprio rapporto di coppia deve sapere che l’onesta non e’ necessariamente la migliore strategia da adottare.

3. Non chiedere consiglio ad un amico

amiche
confessare o meno un tradimento Istock Photos
I sensi colpa ti attanagliano e vuoi un giusto consiglio? Allora rispetta il tuo partner e invece di rivolgerti ad un amico, chiedi un parere ad una persona davvero terza. In Inghilterra vi sono “i consiglieri telefonici”, veri e propri professionisti, che alla modica cifra di 45 sterline all’ora offrono i propri pareri su qualsiasi questione amorosa (In Italia purtroppo tanti partner infedeli e pentiti continuano a rivolgersi a cartomanti televisive).

4. Confessa tutto se il tradimento è a rischio “occhi indiscreti”

coppia tradimento
confessare o no un tradimento Photo iStock
Se la relazione extraconiugale è in corso e c’è la possibilità che qualcun altro possa rivelare il tradimento al tuo partner, anticipalo e confessa tutto. Aver ceduto per una notte alla tentazione può essere perdonato. Chi mente invece non e’ mai perdonato.

5. Controlla la tua salute prima di confessare

medico con tatuaggi
Fonte: Istock
Non si può compromettere la salute sessuale del proprio partner. Se sei stato così sciocco da fare del sesso non protetto fai dei controlli. Naturalmente alcuni virus che si trasmettono per via sessuale come quello dell’HIV s’individuano solo dopo almeno tre mesi dal rapporto sessuale occasionale. Dunque in questi casi bisogna confessare sempre la verità al partner affinché lui o lei possano sottoporsi agli stessi controlli medici.

6. Se confessi il motivo deve essere un cambiamento (vero)

frasi vita sessuale
confessare o meno un tradimento Photo unsplash
Quando confessi il tradimento al tuo partner il tuo motivo ispiratore dovrebbe essere un genuino desiderio di cambiare o terminare con delicatezza la propria relazione amorosa. Mai confessare per alleviare il proprio senso di colpa, per sfogarsi o per pareggiare i conti.

7. Scopri se tradisci perché ti manca qualcosa nella tua relazione di coppia

Ecco cosa succede al tuo corpo se non hai rapporti intimi per molto tempo
confessare o meno un tradimento Fonte foto: Istock
L’infedeltà è spesso un sintomo, non una causa, delle difficoltà in una relazione e confessare potrebbe rafforzarti nell’affrontare questioni fondamentali. Ad esempio, se tu sei ubriaco o hai preso qualche droga durante le tue relazioni extraconiuguali, il tuo vero problema forse non è la fedeltà, ma la tua dipendenza da droga e alcol.

8. Scopri a quale tipo di infedeltà appartieni

infedeltà
confessare o meno un tradimento (Istock)
Frank Pittman, uno psichiatra esperto di relazioni affettive, dice che ci sono 4 tipi di infedeltà:
  • l’infedeltà involontaria: si tratta di un rapporto non voluto che capita a volte quando si e’ ubriachi o a causa della propria negligenza
  • l’infedeltà romantica: incontri qualcuno che e’ meraviglioso mentre tu stai vivendo una grande crisi nella tua vita
  • l’accordo matrimoniale: quel tipo di tradimento che ti conforta mentre tu stai vivendo un matrimonio che non vuole finire e non vuole rinascere
  • l’infedeltà per virilità: quello vissuto dagli uomini che hanno continuamente bisogno di affermare la loro virilità o dalle donne che sono figlie di ex mogli di donnaioli.

9. L’infedeltà è la principale causa di divorzio

separazione e divorzio
confessare o no un tradimento (Istock)
I rapporti extraconiugali sono la principale causa di divorzio. Si stima che ad avere “tentazioni extraconiugali” siano più le donne lavoratrici che gli uomini. Questo succede spesso sul posto di lavoro ma, con le nuove tecnologie a nostra disposizione, tradire il proprio partner è facile come un click. Milano guida la top ten delle città ad alto tasso di fedifraghi, e l’Italia è il paese europeo in cui ci sono più relazioni extraconiugali. Tra le cause che scatenano la crisi del matrimonio, le infedeltà coniugali si collocano tra le più ricorrenti: rappresentano il casus belli nel 40% dei casi di separazione e divorzio.

10. Solo il 3% lascia il proprio partner per stare con l’amante

Astrologia: i 5 segni zodiacali che non perdonano l'infedeltà
confessare o no un tradimento (Istock)
Dalle statistiche pare che solo il 3% di 4100 uomini infedeli alla fine lascia la propria moglie e si sposa con l’amante. Inoltre il 75% delle persone che sposano le loro amanti prima o poi divorziano. Alla luce dei fatti, conviene confessare un tradimento? A voi l’ardua sentenza!
Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Confessare o no un tradimento? I pro e i contro

coppia domande compatibilità
confessare o no un tradimento Foto da iStock

Confessare o meno un tradimento extraconiugale è sempre una decisione difficile da prendere. Se si confessa, inevitabilmente si sceglie di liberarsi la coscienza dai sensi di colpa che si portano dentro ma, siamo sicuri che faccia bene al partner? Sicuramente no, così come non faccia bene a quel partner, anche vivere nella menzogna.

Se confessiamo il tradimento spezziamo il cuore al partner ma ci liberiamo la coscienza, se non diciamo niente non solo viviamo sommersi dai sensi di colpa ma anche con la paura continua di essere scoperti e di perdere comunque tutto.

In queste cose non c’è mai una scelta giusta ed una sbagliata, ognuno fa quello che se sente e ne accetta le conseguenze, d’altronde c’è da dire che nessuno vi ha obbligato a tradire il vostro amore quindi adesso questo problema ve lo dovete gestire nel modo in cui ritenete più opportuno. In entrambi i casi, se confessare o meno il vostro tradimento, comporta dei rischi enormi per la coppia.

Ci sono i traditori seriali che convivono serenamente con i tradimenti e le bugie, ma nella maggior parte dei casi ci si sente in colpa, si viene assaliti dalla vergogna e dalla paura.

1. Perché è meglio confessare un tradimento

flirtare
confessare o no un tradimento (Istock)

Confessare un tradimento libera la vostra coscienza ma distrugge il partner, distrugge l’idea che ha di voi e della storia, distrugge la fiducia e tutto quello che di puro c’è tra due persone che si amano. Confessare aiuta ad avere un rapporto più onesto, magari non perfetto ma sicuramente più vero. Ammettere subito le proprie colpe può essere visto di buon grado dal partner: nonostante la rabbia iniziale, di fronte a un sincero pentimento l’altra persona potrebbe convincersi a darvi una seconda opportunità.

Confessando potreste anche togliervi un peso che, alla lunga, potrebbe logorarvi dentro e compromettere anche il rapporto con la propria metà. Quella scintilla, tra l’altro, potrebbe far emergere a sua volta altri problemi, e risolverli potrebbe essere il primo passo per migliorare la relazione. Inoltre, prima avviene la confessione e meglio è: non lasciar passare tempo, infatti, è sintomo di vero dispiacere, una forte ammissione di colpa che può essere vista di buon grado.

Potrebbe interessarti anche: Coppia: come salvarsi dal tradimento

2. Perché è meglio NON confessare un tradimento

la mappa dell'amore, come scelgiamo il partner
confessare o no un tradimento (Istock Photos)

Se invece non dite niente vivrete per molto tempo con questo peso sul cuore, probabilmente vi sentirete in colpa e tenderete a compensare tutto con regali e attenzioni mai avute prime che, inevitabilmente, faranno insospettire il partner. Non dire niente è fare una scelta accettando il rischio di essere scoperti. Dall’altra parte, se si tratta solamente di un momento di debolezza, pur di liberarsi del peso si potrebbe correre il rischio di rovinare un rapporto stabile e duraturo. Per voi è una sciocchezza?
Allora consideratela come tale e andate avanti nel vostro rapporto, tenendo per voi quel senso di colpa. Di fronte a un tradimento, il partner potrebbe benissimo decidere di chiudere lì la relazione. Ne vale davvero la pena?

Molto dipende dall’entità del tradimento in sé e dal rapporto, ovviamente. Non c’è una strada giusta, non c’è una strada sbagliata: solamente voi potete sapere come reagirebbe il vostro partner, cosa potrebbe essere meglio per la storia che state vivendo. L’importante è essere consapevoli di cosa si può perdere (o guadagnare) con un’eventuale confessione.

Come capire se il tuo partner ti sta tradendo?

Il tradimento via web
confessare o no un tradimento (Isotck Photos)

Sempre più spesso tra colleghi si instaurano relazioni amorose che durano anni all’insaputa del coniuge (che molto frequentemente conosce il partner della moglie o del marito). Molti italiani realizzano così vite parallele ammantate di normalità: un numero non trascurabile di coniugi cresce figli concepiti fuori dal matrimonio. Detto ciò, se anche tu hai il sentore che il tuo partner ti stia tradendo ma non ne hai la certezza, c’è un modo semplice per capirlo: Osservarlo attentamente! Ti spiego come.

Se si tengono gli occhi aperti, capire che il tradimento è in corso è facilissimo. Quando queste relazioni extraconiugali diventano stabili a causa di un irrefrenabile coinvolgimento emotivo, il traditore cambia radicalmente atteggiamento nei confronti del coniuge rifiutando i rapporti sessuali, il dialogo ed ogni forma di condivisione coniugale. Inoltre il coniuge infedele quasi sempre commette errori fatali,  tra i più semplici troviamo:

  • abuso delle telefonate sul cellulare in entrata ed uscita
  • cellulare sempre spento,
  • sms e e mail compromettenti non cancellati,
  • scontrini di ristoranti e ricevute di alberghi non distrutti,
  • tracce di fondotinta, rossetto, profumi, il classico capello biondo sulla spalla.

Altri errori determinanti sono:

  • chiudersi in bagno per telefonare o portare sempre con sé, in ogni luogo della casa, il cellulare.
  • il repentino ricambio del guardaroba,
  • un improvviso dimagrimento
  • una ingiustificata euforia

Questi sono altri indicatori di un possibile tradimento in corso del proprio partner. Se, invece, il coniuge è attentissimo e non commette errori, ma il sospetto di tradimento è forte, chi vuole andare fino in fondo può tuffarsi in un vasto e fiorente mercato di dispositivi elettronici sempre più sofisticati, che spazia dai mini registratori ai microfoni direzionali, dalle videocamere nascoste alle cimici: sarebbero vietati dalla legge, ma sono facilmente reperibili al mercato nero o via internet. Chi è super- sospettoso, e anche un po’ impiccione, sappia che in commercio esiste un software in grado di far risalire alla password della posta elettronica o di facebook della persona spiata. Tra le altre cose, negli ultimi anni sta anche aumentando la vendita dei kit per verificare il Dna dei figli, acquistabili per pochi euro via internet. Nell’80% dei casi i disconoscimenti di paternità vengono richiesti per il secondo figlio.

scoprire infedeltà

(Fonti: vitadicoppia.it – psicologiadellamore.it – legnanonews.it)