Home Ricette Come congelare le cozze | ecco come farlo in modo corretto

Come congelare le cozze | ecco come farlo in modo corretto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00
CONDIVIDI

Congelare le cozze si può fare anche a casa, ma è importante acquistare solo cozze fresche. Segui i nostri consigli per non sbagliare.

Cozze Fonte:IstockPhotos

Congelare è una tecnica, utilizzate da molte casalinghe, in quanto ci permette di consumare in qualsiasi momento dell’anno cibi, soprattutto quelli  fuori stagione.

Le cozze sono reperibili, ma è comodo avere sempre nel congelatore delle porzioni già pronte all’uso, in modo da velocizzare la preparazione delle vostre ricette.

E’ fondamentale scegliere le cozze di buona qualità, in modo da garantire un prodotto finale perfetto e senza difetti.

Noi di CheDonna.it vi diamo qualche suggerimento per congelare le cozze, così da poterle gustare al momento opportuno.

 

Come riconoscere le cozze fresche

Fonte:Istock Photos

Le cozze si possono congelare, ma non crude, necessitano sempre della cottura, ma la prima cosa da fare è scegliere le cozze di buona qualità.

La cozza è un mollusco, formato da due valve uguali tra loro, a forma di goccia, che sono unite da una sorta di “cerniera” , si trovano nel Mar Mediterraneo.

Questo mollusco vive attaccato agli scogli, in commercio le troviamo di 5 dimensioni diverse, dai cinque centimetri ad un massimo di circa undici centimetri.

Le cozze si possono acquistare sia fresche che congelate, ma se si vuole procedere alla congelazione a casa, non è difficile, l’importante è porre attenzione nella scelta delle cozze.

Dopo aver acquistato le cozze fresche, le dovete pulire e le potete riporre in una bacinella con acqua fresca fino al momento di utilizzarle, per un massimo di 8 ore.

Se le cozze sono freschissime potete conservarle non ancora pulite, per 2 giorni al massimo, poste in una bacinella, ricoperta con un panno umido e conservate in frigorifero, nello scomparto meno freddo.

In questo modo le cozze non si apriranno e non rilasceranno l’acqua contenuta nel guscio che ne garantisce la freschezza.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Quando acquistate le cozze, dovete stare molto attenti ecco alcuni suggerimenti da seguire:

  • controllare la provenienza
  • i gusci devono essere ben chiusi: è un dettaglio di vitale importanza, in quanto indica che il mitilo è fresco;
  • i gusci devono essere luminosi: deve essere completamente assente una sottile patina che li rende opachi;
  • verificate che tutti i gusci siano perfettamente integri;
  • controllare l’etichetta: perchè è in vigore una legge che impone la pesca delle cozze solo ed esclusivamente in periodi dell’anno favorevoli;
  • acquistare solo le cozze che provengono da allevamenti: perchè sono sottoposte a controlli costanti del personale specializzato. In questo modo si garantisce la massima freschezza e sicurezza al consumatore finale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Scongelare e ricongelare gli alimenti si può fare? Quali sono i rischi?

 

Pulire le cozze

Pulire le cozze Fonte:IstockPhotos
Dopo aver acquistato le cozze, lo step successivo è pulirle, ecco come fare:

  • innanzitutto mettetele in una bacinella capiente: sciacquatele bene sotto l’acqua fresca corrente;
  • lasciate le cozze a bagno per un paio di ore: se alcune cozze verranno a galla, annusatele,  se non avranno un cattivo odore sono ottime per essere gustate;
  • con la lama di un coltello eliminate tutte le incrostazioni e i cirripedi: questi sono parassiti, di colore bianco o grigio, che si formano sul guscio;
  • staccate manualmente la barbetta: che fuoriesce dalle valve;
  • sfregate energicamente le cozze per eliminare ogni impurità: l’operazione si può facilitare con l’utilizzo di una retina e sotto acqua corrente fredda.

Come si congelano

Congelare le cozze Fonte:IstockPhotos

Adesso procediamo con la fase di congelazione, seguendo tutti questi passaggi, le cozze si possono aprire a crudo o con la cottura ecco come:

  • cozze a crudo: schiacciate leggermente il guscio del mollusco con le dita, per far sì che le valve si aprano leggermente. Con un coltellino, infilate al lato della cozza e aprite il guscio, fate attenzione a non romperlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Come congelare il pesce nel modo corretto – VIDEO

Se invece volete far aprire le cozze con la cottura seguite questi step:

  • in una padella, fate soffriggere l’olio con aglio e se gradite anche un peperoncino;
  • aggiungete le cozze: solo quando l’aglio sarà dorato, fate attenzione a non far bruciare l’aglio;
  • fate cuocetele in una casseruola con il coperchio: il tempo impiegato è di circa 5 minuti. Le cozze che non sia prono devono essere buttate;
  • sgusciatele tutte le cozze
  • filtratene il brodo: con l’aiuto di un colino;
  • mettete le cozze divise in due contenitore possibilmente di ceramica coperte con il loro brodo;
  • lasciatele raffreddare;
  • dividete nelle porzioni e congelate.

Al momento dell’uso, lasciate scongelare a temperature le cozze prima di condire la vostra pasta.