Home Social “Thawra Crushes”, in Libano un social d’incontri dedicato ai manifestanti

“Thawra Crushes”, in Libano un social d’incontri dedicato ai manifestanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19
CONDIVIDI

In Libano ci si può innamorare anche durante la rivoluzione. Nasce “Thawra Crushes”, la piattaforma sociale dedicata agli incontri fra manifestanti libanesi, un modo per condividere sentimenti e sensazioni in giorni convulsi.

Continuano i movimenti di protesta contro il governo libanese (Istock)

“Io stavo con il Libanese”, per noi è solo la frase di un film – divenuto poi una celebre serie – fuori contesto che, spesso, usiamo a sproposito con gli amici per fare scena. Se, invece, provassimo ad inquadrarla meglio quella scena, a contestualizzarla altrove, capiremmo che semanticamente e concettualmente assume un altro significato nettamente più importante.

In Libano, infatti, le ragazze e i ragazzi sono in piazza per protestare contro il governo: questa sommossa popolare va avanti dal 17 ottobre. Si chiedono maggiori tutele, più diritti per le donne e una trasparenza giuridica che frequentemente latita. Al via, dunque, anche gli scontri di piazza e i parapiglia con le forze dell’ordine. Anche in mezzo alla bagarre, però, possono trionfare i sentimenti: lo dicevano persino i latini, si vis pacem para bellum. Se vuoi la pace, prepara la guerra.

Libano, come funziona il “Tinder” dei manifestanti

“Thawra Crushes”, come funziona il Tinder dei manifestanti libanesi (Istock)

E loro, i più giovani, quasi sempre osteggiati e sottovalutati (non solo in Libano) la rivoluzione provano a farla sull’impeto di speranze mai tramontate per riprendersi un mondo all’altezza dei loro sogni. Le manifestazioni messe in atto finora hanno portato alle dimissioni del Primo Ministro Saad Hariri, l’obiettivo resta provare a dire la propria sul futuro politico della nazione. Nelle loro vite c’è giustizia sociale, il desiderio d’affermazione e la rivendicazione di una lotta di classe atta alla parità non soltanto di genere, con un posto speciale dedicato all’amore e ai sentimenti.

Ci si può innamorare durante la rivoluzione? In fin dei conti è anch’essa un sentimento che fa da motore agli altri, di sentimenti, favorendo il più raro e a volte irraggiungibile. Così, sulla curiosità generata da quest’interrogativo, è nata Thawra Crushes (letteralmente “Innamorati in mezzo alla rivoluzione”): una pagina social che, nei fatti e nella sostanza, è equivalente a Tinder dedicata e pensata per i manifestanti attraverso questo motto empatico ed accattivante.

“Il funzionamento è semplice: i manifestanti inviano alla pagina foto di “colleghi di protesta” che li hanno particolarmente colpiti, spesso con didascalie di apprezzamento. L’amministratore carica la foto sulla pagina e chiede alla persona protagonista dello scatto, se lo vuole, di taggarsi. Da lì, potrà iniziare lo scambio di messaggi privati”, spiega l’ideatore Alaa Khattab che poi precisa: “L’obiettivo principale rimane la rivoluzione, ovviamente. Ma non significa che dobbiamo rinunciare a divertirci”.

Leggi anche –> Conosce una persona su Tinder e finisce in tragedia

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI