Home Senza categoria

Carlotta Mantovan molto segnata dalla morte di Frizzi: ha perso tanti chili – FOTOGALLERY

CONDIVIDI

Carlotta Mantovan molto segnata dalla morte di Frizzi: è dimagrita di molti chili

 

Carlotta Mantovan, moglie del compianto Fabrizio Frizzi,  dopo la prematura morte di suo marito, ha ricominciato a vivere con al suo  fianco la figlia Stella, nata cinque anni fa dopo il matrimonio che aveva fatto sognare tante coppie italiane.

Carlotta ha dovuto rimboccarsi le maniche e riprendere in mano la sua vita. Ed alcuni giorni fa, è stata paparazzata da “Diva e donna” durante scene di vita giornaliera.

Carlotta, era visibilmente dimagrita. Sguardo triste e pensieroso il suo. Era in giro per le strade della capitale con la sua piccola a fare spese. Una merenda con Stella. La sua prima ufficiale invece è stata al palazzetto dello sport di Roma, per il ritiro della maglia dedicata al povero Fabrizio.

La loro bellissima storia d’amore

 

La loro storia d’amore. Bellissima. Nata tra le polemiche e cresciuta nel tempo. E lo ha raccontato lei, in un intervista rilasciata al corriere:

“È iniziata con molti commenti negativi, perché io ero più grande di lei. Ma quando ami vai avanti, no? Mica ti fermi perché gli altri parlano?. Le ho fatto la proposta nel 2004 – aveva spiegato il conduttore, prima che lei dicesse sì – con tanto di anello a sorpresa, ma lei aveva appena iniziato a lavorare come giornalista. Da allora ne abbiamo parlato più volte, ma solo all’inizio dell’anno scorso mi ha detto: “Ma tu sei sicuro di volermi sposare ancora?”. E tra un impegno e un altro intorno a febbraio ci siamo messi a tavolino, agende alla mano e abbiamo scelto la data”.

“Il matrimonio è stata la giornata più bella della nostra vita – racconterà poi Carlotta – La nostra canzone del cuore era “You make me feel brand new”, perché da quando siamo stati insieme ci sentivamo nuovi stando l’uno accanto all’altro”.

E poi Fabrizio, racconta di quando è nata la piccola Stella:

“Ho assistito al parto – spiegava Frizzi – Ho fatto il corso e se non l’avessi fatto sarei svenuto subito. Con una figlia le priorità si rimescolano”.

“Lotto per vederla crescere” aveva detto il 25 gennaio, due mesi prima di morire.