Home Lingerie

Anche i reggiseni hanno la data di scadenza: una volta l’anno buttateli!

CONDIVIDI
reggiseni buttare
iStock Photo

Sapevi che anche la biancheria intima ha una data di scadenza? I reggiseni, ad esempio, andrebbero gettati via una volta l’anno.

Pizzi e merletti, pagati spesso a caro prezzo, hanno una data di scadenza. Eh già, anche il cassetto dell’intimo ogni tanto necessita di una pulizia: reggiseni con bretele che hanno oramai ceduto, slip che hanno perso elasticità o, più semplicemente, modelli che hanno fatto il loro tempo devono essere eliminati, così da lasciare spazio al nuovo e al più funzionale.

Sembra strano come, pur parlando spesso di decluttering e di come sia indispensabile fare posto nell’armadio sia uno step doloroso ma indispensabile, finiamo spesso per dimenticarci del cassetto dell’intimo, là dove slip e reggiseni si accumulano senza sosta e senza andare mai incontro a una inevitabile dipartita.

Insomma ragazze, è giunto il momento di accettare la triste verità: anche l’intimo ha una data di scadenza, reggiseni in particolare.

Quando e perché buttare i reggiseni

reggiseni buttare
iStock Photo

Oggi scopriremo come è perché sia indispensabile fare un chack semestrale del cassetto dell’intimo e, comunque, eliminare una volta l’anno i reggiseni che hanno oramai fatto il loro tempo.

“Tutte noi pensiamo sempre a come riorganizzare abiti e accessori, ma è fondamentale farlo anche per reggiseni e slip. Sono gli indumenti a più a stretto contatto con il nostro corpo, per questo vanno mantenuti al meglio. Non è solo una questione d’igiene, ma anche di vestibilità, perché un look impeccabile parte sempre dalla lingerie giusta.”

A spiegarlo sono Pati Lewicka e Jò Grunt, proprietarie del primo negozio che segue le regole del Bra Fitting a Roma, che hanno illustrato alle ragazze del Team Clio come e perché effettuare uan periodica pulizia dei reggiseni.

Il primissimo valido motivo per gettar via un reggiseno è che esso non svolge più a dovere il proprio compito. Forse le bretelle o la fascia sotto il seno hanno ceduto o, in alternativa, il nostro corpo è cambiato e la forma del reggiseno non vi si adegua più a dovere. Ricordate che per migliorare le nostre forme e anche la nostra postura il reggiseno deve sempre avere bretelle ben tese, coppa perfettamente aderente e fascia sotto il seno rigorosamente perpendicolare al tronco. Se le cose non stanno più così, be’, è il momento di salutare il nostro amico e fare spazio a nuovi capi ben più performanti.

Certo, seprarci dai reggiseni che spesso abbiamoa acquistato anche a caro prezzo non fa mai paicere. Per rimandare quanto più possibile questo triste momento potremmo però mettere in atto alcune accortezze “salvavita”:

1 – Preferire sempre il lavaggio a mano che preserva maggiormente i tessuti

2 – Se prorpio non potete fare a meno della lavatrice utilizzare degli appositi cestelli, che proteggono i reggiseni dagli urti.

3 – Riporre nei cassetti i reggiseni stesi, impilati uno dietro l’altro: ciò farà sì che si aiutino a vicenda nel mantenere la forma

Fonte: blog.cliomakeup.com