Home Attualità

Campione de L’Eredità ricorda Fabrizio Frizzi e la sua umanità

CONDIVIDI

Andrea Saccone, campione de L’Eredità, ricorda Fabrizio Frizzi con il rimpianto di non aver fatto in tempo a scrivergli per salutarlo un’ultima volta.

“Sei stato un campione favoloso, ancora complimenti per quello che hai fatto e per le emozioni che ci hai regalato. Ora torna alla tua vita normale. Questa è stata una bella parentesi, ma alla fine è solo un gioco. Ora dedicati agli obiettivi importanti per la tua vita. Tutti noi facciamo il tifo per te”

Così Fabrizio Frizzi aveva salutato Andrea Saccone quando, dopo tredici puntate da campione, aveva dovuto abbandonare lo studio de L’Eredità.

Oggi i ruoli si invertono ed è Andrea, raggiunto dalla notizia della morte del conduttore durante la gita di fine anno in Spagna, a salutare Fabrizio Frizzi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Fabrizio Frizzi, funerali diretta: la poesia di Flavio Insinna

Campione de L’Eredità ricorda Fabrizio Frizzi

“Non recitava una parte quando si trovava davanti alle telecamere. Prima dell’inizio della puntata veniva a salutare i concorrenti, per metterci tutti a proprio agio allentando così la tensione”

Con queste parole Andrea Saccone, 19enne di Cortona, nell’Aretino, e campione per ben 13 serate de L’Eredità, ricorda Fabrizio Frizzi,conduttore che avuto il piacere di conoscere proprio grazie al programma di Rai Uno e che si è spento nella notte tra domenica e lunedì all’età di 60 anni.

Dopo l’abbraccio caloroso con cui i due si erano salutati in studio e di cui si era molto discusso anche sul web, Fabrizio e Andrea si erano scambiati la mail dietro le quinte, per, come racconta lo stesso ragazzo, “non perderci di vista”.

“Avrei voluto scrivergli, ma non ho fatto in tempo”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Carlo Conti e Antonella Clerici: preghiera degli artisti per Frizzi

Con questo rimpianto Andrea Saccone saluta per l’ultima volta il conduttore con cui ha trascorso tredici magiche serata, colui del quale ricorderà la professionalità, l’umanità e l’affetto, oltre ovviamente a quel saluto e all’augurio per l’esame di maturità che a breve dovrà sostenere.