Home Attualità

Ostaggi in un supermercato in Francia, a Trèbes: “Sono dell’Isis”

CONDIVIDI
ostaggi supermercato Trebes
Trebes in Francia – Getty Images

La Francia trema di nuovo per un possibile attentato dell’Isis. In un paese nel sud della Francia, a Trèbes, in Occitania, c’è stata una sparatoria nella quale sarebbe stato ferito un poliziotto, poi sono stati presi degli ostaggi all’interno di un supermercato. Il sequestratore avrebbe poi affermato di essere dell’Isis, secondo quanto risulta da fonti della Procura francese, e secondo una testimone avrebbe urlato “Allah Akbar” prima di entrare nel supermarket. Giornata movimentata nella zona: poco prima, infatti, sono stati esplosi alcuni colpi a Carcassonne, nei Pirenei francesi, più o meno la stessa zona di Trèbes, verso tre poliziotti, uno dei quali sarebbe stato ferito. Potrebbe esserci una correlazione fra i sue episodi, ma la questione è ancora sotto indagine. Arrivano anche le dichiarazioni del Premier francese, Edouard Philippe, riportate da France 24: “Abbiamo appreso della presa di ostaggi nel dipartimento dell’Aude, Sud-Ovest della Francia, si tratta di una situazione molto seria”. Il ministro dell’Interno Collomb si sta recando sul posto.

 

Ostaggi in un supermercato in Francia: ucciso uno dei sequestrati

Secondo quanto riporta un quotidiano locale, sarebbe stato ucciso un uomo, il macellaio del supermercato tenuto in ostaggio. Il sequestratore sta esplodendo colpi di pistola nei confronti degli agenti di Polizia, intanto le forze dell’ordine hanno isolato la zona e la Prefettura ha invitato gli abitanti a non avvicinarvisi. Lo ha detto il sindaco di Trèbes, Eric Menassi, che è stato contattato dal quotidiano La Dépêche du Midi per avere conferme. Secondo alcune fonti potrebbero essere due gli assalitori, ma è una notizia ancora in attesa di conferme.

ORE 12.35 – Il sindaco di Trèbes annuncia a Canale 50 che gli ostaggi sono stati liberati, all’interno resta un gendarme con il sequestratore. Ci sarebbero due morti, ma si attendono conferme in merito.