Home Attualità

Rugby, Italia-Scozia 27-29: non basta uno strepitoso Allan, azzurri senza vittorie

CONDIVIDI
rugby Italia-Scozia
L’ItalRugby contro la Scozia © Getty Images

Grande delusione per l’Italia di rugby, che sta giocando il Sei Nazioni e per il terzo anno consecutivo chiude senza vittorie. Eppure in Italia-Scozia gli azzurri hanno cullato per lungo tempo l’ipotesi di successo, restando in vantaggio per buona parte del match e lasciando l’amaro in bocca per come è maturata la sconfitta.

Allo Stadio Olimpico di Roma, gli azzurri si giocavano con la Scozia l’ultima possibilità di tornare a vincere nel torneo dopo addirittura tre anni dall’ultima volta. I ragazzi di Conor O’Shea avevano già assicurato il cucchiaio di legno, ma almeno volevano chiudere con un moto d’orgoglio. Purtroppo non è stato possibile.

Rugby, Italia-Scozia 27-29, Allan protagonista: la cronaca della partita

Italia-Scozia rugby
L’ItalRugby contro la Scozia © Getty Images

 

Italia in campo praticamente con la stessa formazione vista in Galles con in più la grande promessa Jake Polledri. Al 7′ l’Italia si porta in vantaggio grazie ad Allan, poi la Scozia va in meta e fa 3-5, ma è ancora Allan a trovare la meta dell’8-5 con una bella azione personale, poi con la successiva trasformazione va 10-5. Diventa addirittura 15-5 con la meta di Minozzi, che raccoglie al meglio un calcetto di Allan in profondità. Lo stesso Allan (sempre lui) trasforma anche il 17-5. Un’Italia strepitosa, forse la migliore degli ultimi anni. Sempre all’attacco, ritmi altissimi e grande concretezza. Poi però la Scozia si rifà sotto e con una meta si porta 17-12, risultato che si protrae fino alla fine del primo tempo.

La ripresa però ha tutt’altra musica. Partenza col botto per gli azzurri: prima meta annullata, ma la seconda è buona e si va 24-12, sempre grazie ad Allan, ma poi la Scozia riparte e si porta prima 24-19, poi con la quarta meta a 3 (e relativa trasformazione) si va 24-26. Ancora capovolgimento di fronte con una punizione trasformata ancora – indovinate da chi? – da Allan, che fa 27-26. Punizione “restituita” a un minuto dal termine con Ladlaw, 27-29. L’Italia conquista il punto di bonus difensivo, di fatto il primo punto del torneo, ma ancora una volta chiude il Sei Nazioni senza vittorie.