Home Dieta e Alimentazione

Patate dolci: scopriamo perché fanno bene

CONDIVIDI

patate dolciIn genere, quando si parla di patate si pensa inevitabilmente a quelle classiche che si è soliti mangiare fritte, al forno, arrostite o sotto forma di purè. In realtà, al mondo ne esistono diversi tipi e tra questi ce n’è uno in particolare che andrebbe considerato con molta più attenzione: le patate dolci.
Nonostante il loro aspetto sia molto simile a quello delle patate normali, (fatta eccezione per alcuni paesi come il Giappone dove invece hanno un colore tendente al viola), le patate dolci hanno sapore e proprietà nutrizionali del tutto diverse e, nonostante il loro nome, pare siano indicate anche a chi soffre di diabete.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Video ricetta: zucca ripiena con funghi e patate dolci

Patate dolci: scopriamone insieme proprietà e benefici

  • Per iniziare, è utile sapere che le patate dolci regolano i livelli di zuccheri nel sangue, tenendo quindi a bada l’insulina. Ciò le rende un alimento adatto a chi soffre di diabete (seppur è sempre meglio sentire prima il parere del proprio medico) e a chi ha problemi con la resistenza all’insulina.
  • Hanno molte fibre che, come molte sapranno già, sono indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo.
  • Grazie al contenuto di potassio si rivelano ottime per il cuore e per regolare la pressione del sangue.
  • Contengono molta vitamina D, dando benefici a pelle, ossa e cuore e apportando tanta energia.
  • Contengono anche acido folico, indispensabile durante la gravidanza per il benessere del bebè.
  • Sono davvero buone. Ma questa è una cosa che scoprirete già dal primo assaggio.