Home Psiche

5 buoni motivi (scientificamente provati) per avere un gatto in casa

CONDIVIDI
iStock Photo

C’è chi nel XXI secolo si ostina ancora a sostenere come il gatto certo non possa reggere il confronto con un cane in quanto animale domestico. Quest’ultimo garantisce affetto, gioco, complicità mentre il gatto si presenta come un animale indipendente, luntatico e anche un po’ opportunista. Ma stiamo scherzando?

Amanti dei gatti è giunto oggi il giorno della vostra grande rivincita. CheDonna.it oggi vi svela perché avere un gatto in casa sia la garanzia di avere anche una vita migliore. Ecco infatti cinque validissime ragioni mediche per cui la presenza del gatto nella propria dimora è garanzia di una migliore salute e, più in generale, di una vita sana, oltre ovviamente a quella di tanto, tanto, tanto amore… ma ciò lo capirete solo provando.

Scopriamo dunque i modi in cui un gatto svolge la sua funzione terapeutica per il proprio padrone:

1 – Le fusa – Il suono prodotto dal gatto mentre fa le fusa pare avere un effetto rilassante sulla muscolatura e aiutare il corpo nella regolazione della pressione

2 – Il calore – Il gatto è un vero e proprio termosifone vivente. La sua temperatura corporea è di circa 39 gradi. A chi serve la borsa dell’acqua calda!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Psiche: quando il benessere arriva dai gatti: la gattoterapia!

3 – Il cuore – Alcuni studi hanno constatato come il rischio di attacco cardiaco scenda di circa il 40% nel caso di proprietari di gatti.

4 – Lo stress – Il semplice gesto di accarezzare un gatto sembra poter abbassare il livello di stress e aiutarci a trovare la tranquillità. Non si tratta quindi di una coccola solo per lui.

5 – Il sonno – Uno studio della Mayo Clinic Center for Sleep Medicine in Arizona sembra aver dimostrato come il 41% delle persone che vivono con un gatto ha dichiarato di dormire meglio.