Home Attualità

Stanco della ressa sui mezzi pubblici va a lavoro a nuoto: la scelta di Benjamin David

CONDIVIDI

Clacson impazziti, i girotondi senza sosta per trovare parcheggio, viaggiare stipati nel vagone della metro pregando di riuscire a scendere alla fermata giusta. E’ l’inizio giornata tipo di un lavoratore medio, in Europa e probabilmente in gran parte del Pianeta.

Il tram tram quotidiano, che rende un’incognita la possibilità di giungere per tempo sul posto di lavoro, è una causa di stress senza pari e saremmo veramente disposti a tutto pur di evitare il problema, o almeno così diciamo.

Già perché c’è chi realmente a messo da parte ogni remora pur di ottenere un inizio di giornata più rilassante, rapido ed efficiente. Stiamo parlando di Benjamin David, un quarantenne che vive a Monaco di Baviera e che ha raggiunto una certa popolarità in città e persino qualche seguace.

Stanco di rimanere imbottigliato nel traffico e di attendere i mezzi pubblici a tempo indeterminato, Benjamin ha deciso di cambiare strada per andare a lavoro e imboccare una via fluviale. Già, avete capito bene: ogni mattina questo signore impacchetta in una borsa impermeabile computer e vestiti e si tuffa nel fiume Isar. Nuotando e sfruttando le correnti giura di arrivare in ufficio nel tempo record di dodici minuti, ben più fresco e rilassato rispetto a tanti colleghi che optano per vie, diciamo, più classiche.

Benjamin David condivide via web i suoi segreti per andare a lavoro nuotando, inclusi i punti del fiume in cui è più facile “attraccare”, i segreti per sfruttare le correnti e qualche altro “trucco del mestiere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Quattordicenne rasa i capelli per donarli ai bambini con il cancro ma la scuola la punisce: “ha infranto le regole”

In molti lo osservano stupiti dagli argini e c’è anche qualche coraggioso che ha già iniziato a seguire il suo esempio. Che andare a lavoro a nuoto sia veramente il futuro? Senza dubbio risolveremmo il problema del traffico anche se calcolando l’inquinamento dei nostri fiumi avremmo forse qualche altro disagio, per così dire.