Home Lingerie

Sapevate queste 8 cose sulla biancheria intima?

CONDIVIDI

Oggi ci fiondiamo nel mondo della biancheria intima, per scoprire alcune cose di essa che tutte noi donne dovremmo sapere. Ogni donna ha i suoi gusti e le sue predilezioni in fatto di lingerie, ma ci sono cose che accomunano tutti i tipi di biancheria intima.

La maltrattiamo! Sì, noi maltrattiamo la nostra biancheria intima, viene lavata di continuo, fino a completa usura e non ci resta altra che buttarla via. Ovviamente, quello che dovremmo fare, è trattare la il nostro intimo con la stessa cura con cui trattiamo ogni altro capo d’abbigliamento nel nostro armadio. A partire dalle mutandine, reggiseni fino ad arrivare alle canottiere, per farle durare molto di più.

biancheria
8 cose sulla biancheria intima che dovreste sapere!

  1. Buttatela via quando è arrivato il momento

Non ha alcun senso continuare ad indossare la mutanda con l’elastico che non è più elastico, o il reggiseno col ferretto che spunta da ogni angolo (dopo vari rappezzi). La scomodità è garantita. Nessuno sa che e vede che la biancheria intima è letteralmente a pezzi, ma non è proprio il caso di ostinarsi ad indossarla. Via, buttatela via e rinnovate il cassetto della vostra biancheria intima attenendovi alle regole per avere un perfetto cassetto dell’intimo.

  1. Organizzazione

Avete buttate via ciò che ormai era usurato? Ora passate al passo successivo e organizzate la biancheria ‘superstite’ per colore, tipologia, materiale, così da sapere perfettamente cosa avete e quello che vi manca.

  1. Perché non farvi una scorta?

Non storciate il naso, se c’è uno stile o un tipo di biancheria intima che vi piace e vi fa star veramente bene perché non acquistarne una scorta?

  1. Lavate mutande e reggiseni sempre da parte

Sì, per tenerli più a lungo e averne cura, è importante lavare mutande e reggiseni sempre da parte, magari nei sacchetti appositi eseguendo un lavaggio delicato con la lavatrice.

biancheria3

  1. Pensate alla salute quando scegliete la biancheria

Forse lo sapevate o forse no, ma l’intimo può influenzare il vostro stato di salute. Piccolo ma semplice esempio: se state fuori tutta la giornata indossate delle mutandine di cotone, le probabilità di contrarre un infezione delle vie urinarie è minore. In linea generale però, è importante scegliere la biancheria intima giusta proprio per evitare, oltre alle infezioni citate prima, anche altri tipi di infezioni da lieviti o batteri.

  1. La biancheria color carne non deve mancare nel guardaroba

Questo vale soprattutto per il periodo estivo, in cui si indossano magliette un po’ più leggere e trasparenti. A volte può essere veramente fastidioso se si intravede il reggiseno sotto, per cui per evitare tutto ciò occorrono dei colori neutri sia per mutandine che per reggiseni. Volete qualche suggerimento, allora leggete questo nostro articolo!

  1. La biancheria intima va scelta in base al proprio corpo e al modo di vestire

Sarebbe sempre opportuno scegliere la propria biancheria intima in base alle proporzioni del proprio corpo e al modo di vestire. Esempio: pantaloni a vita alta? Ci vogliono mutandine a vita alta. Il reggiseno, poi, ha la funzionalità di sostenere il petto, non di schiacciarlo o farlo trasbordare nel vero senso della parole, quindi fate attenzione alle taglie.

  1. Comfort prima di tutto

La comodità è la prima cosa su cui puntare quando si sceglie la biancheria intima. L’intimo non deve essere motivo di disagio, di fastidio o di sofferenza. E’ a contatto stretto col vostro corpo e per questo deve essere confortevole.

Fonte: bigodino.it

UN VIDEO SULL’EVOLUZIONE DELLA BIANCHERIA INTIMA!