Usa: tempesta di neve ridimensionata

Tanta paura e allarmismo, scuole e uffici chiusi tra i quali anche il Palazzo di vetro delle Nazioni unite, migliaia di voli cancellati ma nei fatti, la storica tempesta di neve che si doveva abbattere sulla costa Est degli Stati Uniti, è stata ridimensionata e al momento niente porta alle previsioni catastrofiste diffuse nei giorni scorsi.

new york-neve

Infatti, nonostante, la neve stia cadendo a New York e lungo la costa degli Usa, la situazione non sarebbe poi così devastante come inizialmente previsto, tanto da averla definita la “perfetta tempesta di neve” o la “tempesta storica”.

L’area interessata avrebbe dovuto colpire circa 60 milioni di abitanti. Ma le previsioni sembrano essere state smentite fin dalle prime ore della mattina, dove a Central Park, a Manhattan, si registrano già circa 14 centimetri di neve, oltre 20 in alcune parti di Long Island. Nulla a che vedere con le stime dei 60-90 cm iniziali.
Già da ieri sera, il servizio meteo aveva cambiato le previsioni, facendo presente che nella notte sarebbero dovuti cadere 24 cm di neve sulla città, con raffiche di vento fino a 69 km all’ora e non 80 km/h come previsto, mentre altri 21 centimetri dovrebbero cadere nel corso della giornata di oggi.

Il servizio meteorologico nazionale ha cambiato anche le stime per Boston (Massachusetts) e Providence (Rhode Island) dove sono attesi 60 centimetri di neve e non 90 cm, mentre a New York da 25 a 50 centimetri e non 60 cm a Philadelphia e nella zona centrale del New Jersey dovrebbero cadere invece solo circa 15 centimetri di neve.

Resta la suggestione e l’atmosfera surreale che regna nella Grande Mela che risulta pressoché deserta. Mentre per le strade circolano i mezzi di emergenza, da spazzaneve e spargisale.
Il sindaco di New York Bill De Blasio ieri aveva annunciato le misure senza precedenti intraprese dall’amministrazione per far fronte a quella che aveva definito la tempesta storica: tra cui tonnellate di sale, la chiusura di musei ed edifici statali, il divieto di transito con i veicoli, pena sanzioni severe e il fermo dei mezzi pubblici e la chiusura delle linee della metropolitana.