Home Coppia

Le zone erogene femminili: scopriamole insieme

CONDIVIDI

Conosciamo le zone erogene femminili – Tanti sono i tabù quando si parla di sesso e diventano ancora di più se si tratta del genere femminile. Si arrossisce e si tende a cambiare argomento come se si trattasse di qualcosa di vietato. In realtà il sesso sano, quello fatto con volontà, passione, complicità e piacere non deve spaventarci poiché è una delle cose più belle della vita. È un momento di condivisione di sensi tra due persone. Uno scambio reciproco di emozioni.

Elenchiamo alcune delle zone erogene della donna, ovvero quelle parti del corpo che stimolate dall’esterno subiscono un’eccitazione o un piacere sessuale, ricordando che letteralmente erogeno significa proprio “che genera amore” (amore come eros).

Zone erogene

Vediamo, insieme, quali sono queste parti del corpo:

La bocca. – Le donne adorano essere baciate, ma perdono ogni controllo quando si tratta di un bacio mozzafiato.

Il collo. – Mordicchiare la parte posteriore, quella nascosta sensibile nascosta dietro ai capelli, provoca un brivido di piacere.

Le orecchie. – Molti sono i modi per stimolare le orecchie, alcune donne adorano sentire la lingua all’interno, altre invece preferiscono baci sulla parte esterna e posteriore.

Il cuoio capelluto. – Un massaggio alla testa, con i tanto ricercati “grattini” può rilassare e far scordare tutte le brutture e lasciarci andare dalle inibizioni.

Il seno. – Questa è la zona erogena per eccellenza, va esplorato con la massima dolcezza e ricoperto di baci.

La pancia. – Anche l’addome, è sensibile alle carezze e ai baci, soprattutto nella zona circostante l’ombelico.

I genitali. – Ogni donna ha un piacere differente, infatti alcune parti sono particolarmente sensibili come il clitoride, le piccole labbra e il perineo (zona tra vagina e ano).

La schiena. – La si può massaggiare, accarezzare, solleticare, baciare, mordere e, addirittura, leccare.

I glutei. – Possono essere morsicati, baciati e accarezzati: in ogni caso si vivrà un brivido di piacere.

Le cosce. – La parte interna è molto sensibile e accarezzarla, baciarla o mordicchiarla può far perdere ogni controllo.

Le ginocchia. – L’incavo nella parte posteriore è un punto altamente erogeno, condiviso da molte donne.

I piedi. – Un massaggio rilassante ai piedi è l’inizio di un rapporto sessuale molto sensuale. Dalle dita fino al tallone e poi risalendo le gambe fino alle parti intime.

Chiaramente queste non sono zone valide erga omnes, per tutte, ma possono di certo aiutare nella ricerca del piacere. E tu di che zona erogena sei?