Home Attualità

FUNERALI MANDELA: falso interprete ridicolizza l’evento

CONDIVIDI

Falso interprete della lingua dei segni sul palco della cerimonia in onore di Nelson Mandela – “Stava muovendo le mani, ma non c’era nessun significato”. Ecco la denuncia destinata a destare grande scandalo sulla cerimonia che ha posto ancora una volta il Sudafrica sotto i riflettori.

Come spiegato dal direttore della Federazione dei sordi del Sudafrica, Bruno Druchen, mentre i potenti della Terra si avvicendavano sul palco dello stadio di Johannesburg per dare il loro ultimo saluto ad un uomo del valore di Nelson Mandela, al loro fianco una misteriosa figura sembrava tradurre nella lingua dei segni le parole di addio. La scelta del verbo sembrare appare però obbligatoria dato che, a quanto pare, l’uomo ha prodotto solo una sequela di gesti senza alcun senso.

Una deputata dell’African National Congress, Wilma Newhoudt, anche lei sorda, ha confermato la scandalosa truffa e così l’intero Paese e buona parte del Globo si domanda come sia potuto accadere che un uomo, a quanto pare senza alcuna competenza, sia stato posto lì, in bella vista, a svolgere una funzione tanto importate e vanificata proprio dalla sua stessa figura.

VIDEO NEWSLETTER

Scoperto il misfatto è lo stesso Thamsanqa Jantjie, il 34enne interprete mancato, a svelare l’arcano. Al quotidiano The Star avrebbe spiegato: “ho fatto da interprete a molteconferenze. Mai hanno detto che ho sbagliato.” sottolineando poi di essere un professionista pienamente qualificato ma di soffrire purtroppo di una forma di schizzofrenia. Ad un attacco del suo male sarebbe dunque dovuta la pessima performance che però, inutile dirlo, continua a suscitare numerose perplessità.

Come è potuto accadere un simile misfatto proprio in un evento tanto importante e seguito in mondovisione? Un attacco schizzofrenico sarebbe certo l’unica motivazione accettabile. Non resta che vedere se verrà confermata ufficialmente.