Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: April Ferrey

CONDIVIDI

April Ferrey ha esordito come costumista nel film d’azione diretto da John Carpenter Big Trouble in Little China (Grosso guaio a Chinatown, 1986) a cui è seguito il dramma romantico di Alan Rudolph Made in Heaven (Accadde in paradiso). Artista favorita di Richard Donner, April Ferry ha disegnato i guardaroba di quattro suoi progetti: Radio Flyer (ll grande volo), Free WillyMaverick (ottenendo una candidatura agli Oscar® e agli Apex Award) e The Shadow Conspiracy (Shadow Program – Programma segreto). Ha lavorato tre volte con il regista Jonathan Mostow (Surrogates, Terminator 3 – Le macchine ribelle e U-571), con John Hughes (Un biglietto in due, Un amore rinnovato, e Flubber – Un professore fra le nuvole), e con Jonathan Kaplan (Legami di famigliaAbuso di potere e Bangkok, senza ritorno).

Ha inoltre lavorato nel film biografico di Arthur Hiller The Babe (The Babe – La leggenda), The Mask (The Mask – da zero a mito) di Peter Bogdanovich e Child’s Play (La bambola assassina), Three Fugitives (In fuga per tre), nell’esordio alla regia di Bill Paxton Frailty (Frailty – Nessuno è al sicuro), in 15 Minutes (15 minuti – Follia omicida a Manhattan), National Security (National security – Sei in buone mani) e Playing By Heart (Scherzi del cuore).

Ha collaborato con il filmmaker Richard Kelly in tre progetti: il cult Donnie Darko, Southland Tales (Southland Tales – Così finisce il mondo), e The Box. Ha inoltre creato gli abiti d’epoca per il romantico film drammatico ambientato durante la seconda guerra mondiale Edge of Love, con Keira Knightley e Sienna Miller, per cui è stata premiata con il BAFTA Cymru per i migliori costumi.

Per il piccolo schermo ha ideato il guardaroba della miniserie televisiva The Sophisticated Gents, ricevendo una nomination agli Emmy per My Name Is Bill W (CBS/Hallmark Hall of Fame), e ha creato i costumi dei telefilm Rockford Files (Punishment and Crime del 1995 e A Blessing in Disguise del 1996) e la biografia di HBO Don King: Only in America.

Recentemente ha trascorso quattro anni in Italia per lavorare nella serie di HBO Rome che le è valso un Emmy Award nel 2009 ed un’altra candidatura l’anno successivo. Il suo lavoro nella serie è stato premiato due volte dal Costume Designers Guild, e candidato nuovamente nel 2007. Attualmente è impegnata nella creazione dei costumi dell’imminente RoboCop. Fa parte del consiglio del Costume Designers Guild.