Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Sally Field

CONDIVIDI

Sally Field ha vinto due Academy Award® per “Le stagioni del  cuore” di Robert Benton, che le è anche valso un Golden Globe®, e “Norma Rae” di Martin Ritt, grazie al quale ha ottenuto un Golden Globe, oltre che il premio del New York  Film Critics Circle, il National Board of Review Award, il Los Angeles Film Critics Association  Award, il riconoscimento della National Society of Film Critics e il premio come migliore attrice al  Festival del cinema di Cannes.

La Field è anche stata candidata ai Golden Globe per “Il bandito e la madama”, “Diritto di cronaca”, “C’è… un fantasma tra noi due”, “Fiori d’acciaio” e “Forrest Gump”. Nella sua numerosa filmografia troviamo anche “La prossima vittima” (Eye for an Eye), “Mrs.  Doubtfire – Mammo per sempre”, “Bolle di sapone” (Soapdish), “Mai senza mia figlia” (Not Without My Daughter), “La fine… della fine” (The End), “Collo d’acciaio” (Hooper), “Un autentico campione” (Stay Hungry), il suo primo ruolo cinematografico importante, oltre a
“L’ultima battuta” (Punchline) e “L’amore di Murphy” (Murphy’s Romance), entrambi prodotti dalla sua società di produzioni, la Fogwood Films.

Nata a Pasadena, in California, in una famiglia che lavorava nello show business, la Field ha iniziato a lavorare nel 1964, nella serie televisiva “Gidget”. Ha poi recitato in “The Flying Nun”nel 1967. A venticinque anni aveva già preso parte a tre serie televisive. Ha vinto un Emmy® Award per il ruolo di protagonista nella celebre miniserie “Sybil” e per l’interpretazione in “ER – Medici in prima linea”. È anche stata candidata agli Emmy per il ruolo in “A Cooler Climate”della Showtime e nella miniserie della NBC “A Woman of Independent Means”, che ha coprodotto e per la quale è stata candidata ai Golden Globe®. Ha recitato nella serie della ABC “Brothers & Sisters” dal 2006 al 2011, e per il ruolo di Nora Walker ha vinto uno Screen Actors Guild Award® e un Emmy Award, oltre a ricevere due candidature ai Golden Globe.

La Field ha debuttato alla regia nel 1996 con il telefilm della ABC “The Christmas Tree”, di cui è stata co-autrice e in cui ha recitato Julie Harris. Ha diretto un episodio della miniserie della HBO “From the Earth to the Moon” e nel 2000 ha esordito alla regia cinematografica con “Beautiful”, interpretato da Minnie Driver. Nel 2002 ha debuttato a Broadway in “The Goat, or Who Is Sylvia?” di Edward Albee e nel 2004 ha ricevuto recensioni entusiastiche per il ruolo di Amanda ne “Lo zoo di vetro” (The Glass Menagerie) di Tennessee Williams al Kennedy Center. Più di recente, è apparsa nel ruolo di zia May in “The Amazing Spider-Man”, distribuito a luglio
di quest’anno.

La Field è membro del Consiglio di amministrazione della Vital Voices dal 2002. È stata Maestra di cerimonie al gala dei Vital Voices Global Leadership Award che si sono svolti al Kennedy Center dal 2002 al 2011. È anche stata nel Consiglio di amministrazione del Sundance Institute dal 1995 al 2010. Sally ha tre figli e quattro nipoti.